Non è scesa giù a chi sta cercando di far rinascere il calcio nella città dei Sassi il possibile utilizzo del XXI Settembre da parte del Rende e, oltretutto, con la squadra biancorossa che potrebbe utilizzare anche i colori storici del Matera. Le dichiarazioni del presidente Martoccia, come riporta tuttomatera.it, sono più che eloquenti. Una situazione che si prospettò anni fa anche a Potenza con l'Irsinese, poi diventata il Matera di Columella, con una dura presa di posizione della tifoseria rossoblu. In questo caso, invece, si parla addirittura di una squadra di C, nemmeno lucana, che lascerebbe per una intera stagione la propria città (a causa della costruzione del nuovo impianto) e utilizzerebbe finanche i colori biancoazzurri...  Ecco quello che riporta la testata materana...

- - -

"Il presidente Martoccia Fortunato della squadra di calcio di Prima Categoria e Serie C Femminile Città dei Sassi Matera, dice no all’importazione del calcio straniero nel nostro stadio XXI Settembre-Franco Salerno". Lo scrive in un comunicato stampa il club biancoazzurro, che in questo modo si dissocia dalla possibilità di vedere il Rende disputare le partite casalinghe nella Città dei Sassi per questa stagione.

La nota diramata, è davvero chiara e, il presidente Fortunato Martoccia continua: "Non si possono adottare i colori calcistici bianco-rossi e affermare di vederli biancoazzurri perché caro Assessore, i materani non sono daltonici. Soprattutto i nostri colori non possono passare in secondo piano dimenticando la cultura del calcio enfatizzando Matera Capitale Europea della Cultura. A mio avviso, questa è la peggiore amministrazione a livello sportivo e soprattutto calcistico della storia materana. Questo perché ha svenduto la maggior parte degli eventi anche mal riusciti per Matera Capitale Europea della Cultura".

Martoccia, poi, mette l’accento su un’altra problematica: "Inoltre, il cittadino materano vive la carenza delle strutture sportive, vedi i campi di calcio a mio parere inesistenti come quello del Borgo La Martella e del Paip. Oltre a queste carenze, come se non bastasse, oggi Matera si è messa anche alla ricerca di squadre di calcio di importazione mettendo alla gogna materani con spirito di iniziativa e imprenditori con la voglia di vedere i colori calcistici della propria città e udendo l’urlo "Forza Matera".

Il Città dei Sassi, dunque, in attesa di nuove risposte, non può che prendere una netta posizione dalla possibilità di vedere il Rende giocare al XXI Settembre-Franco Salerno, oltre ad esporre il proprio malumore generale: "Preso atto della scandalosa situazione, Giuseppe Tragni il quarto Assessore al patrimonio di questa amministrazione comunale passerà alla storia sportiva materana come il peggior Assessore dello sport e del patrimonio".

Sezione: Calcio lucano / Data: Mer 21 Agosto 2019 alle 20:29 / Fonte: tuttomatera.it
Autore: Redazione TTP / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print