Straordinaria prestazione della squadra di Scarpitti, che affonda chirurgicamente i suoi colpi dominando a Pratola Serra: 8-6 il finale per i lucani, trascinati da Lucas e Sanchez ma impeccabili in tutte le fasi del match. Per la regione è un traguardo storico.

Grassano esplode di gioia per il suo Signor Prestito CMB. La cittadina della provincia di Matera è arrivata in Serie A, prima della Basilicata a riuscire nella storia del futsal, grazie ai suoi straordinari portacolori, che questo pomeriggio hanno stregato un’intera comunità conquistando con la forza dell’umiltà e della maturità sportiva, la promozione nella massima divisione del futsal andando a vincere per 8-6 sul campo della Sandro Abate. La squadra che tutti gli addetti ai lavori avevano votato per il salto diretto tra le grandi e che invece è stata dapprima tenuta per una stagione alle spalle e poi superata a domicilio dagli operai di Fausto Scarpitti, più forti di un calendario ostile, con l’ultima partita della stagione regolare da giocare in casa dei grandi rivali, e poi, sul campo, dimostratisi superiori su tutti i fronti agli irpini.

LA CRONACA - Per niente irretito, il Signor Prestito approcciava con grande decisione al match e dopo settanta secondi, su azione di calcio d’angolo, Lucas coglieva il palo alla sinistra di Tondi. Un altro paio di incursioni lasciavano capire che la squadra di Scarpitti c’era, ma pochi attimi prima del 4’ Lolo Suazo sorprendeva tutti,. se ne andava sull’out destra e con una puntata di sinistro incrociava il palo opposto bruciando Weber.
Il tempo di riorganizzarsi e il Signor Prestito pareggiava: Zancanaro pescava Calderolli libero sul secondo palo e palla nel sacco. La situazione di parità durava meno di un giro di lancette: Tondi si opponeva caparbiamente sulla doppia conclusione ravvicinata di Caruso e serviva con le mani in profondità, Victor Mello anticipava di testa Weber ed era il nuovo vantaggio campano. La squadra di Scarpitti non si deconcentrava e al 7’ pareggiava nuovamente: errore banale su punizione di Lolo Suazo, Zancanaro ripartiva con Lucas e gli appoggiava il comodo pallone del 2-2. Ancora Lucas in evidenza poco prima di metà gara: botta di sinistro, Tondi toccava leggermente la sfera che scheggiava la traversa e andava alta. Era l’anteprima del vantaggio biancazzurro: fallo di Schininà, punizione calciata ancora da Lucas e Tondi battuto per la terza volta.
La Sandro Abate arrivava al bonus al 15’, fallo di Felipe Mello e tiro libero di Sanchez a segno per il 4-2 ospite. 16’51”: altra ripartenza di Sanchez, appoggio a Caruso che batteva Tondi per il 5-2. Pochi istanti dopo rosso per Fantecele e Sandro Abate in inferiorità numerica, ma il CMB si facevo sorprendere ancora da Victor Mello che eludeva Weber accorciando le distanze. 5-3 per il Signor Prestito e squadre negli spogliatoi.
Al 2’16” affondo di Sanchez, nel tentativo di eludere Tondi la palla colpisce Felipe Mello e carambola in rete. Portiere di movimento da parte di Nuccorini: al primo errore palla carpita da Sanchez che indovina la parabola vincente dalla propria area per il 7-3. Al 5’ Lolo Suazo approfitta di un errore di Vega e batte Weber. Nuccorini insiste col quinto di movimento e Dian Luka trova lo spiraglio per il -2 al 10’: 5-7.
Ma il Signor Prestito non perde la testa e Pulvirenti indovina la giocata per l’8-5 che chiude i giochi a sei minuti dalla sirena, vanificando la doppietta personale di Dian Luka un minuto e mezzo prima della conclusione del match e della festa del Signor Prestito, che esplode al triplice fischio.

Sezione: Calcio lucano / Data: Dom 28 Aprile 2019 alle 10:00 / Fonte: calcioa5anteprima.com
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print