Il risultato di 1a0 a favore della Viterbese, all’andata,   interruppe la continuità dei risultati positivi,  di mister Giuseppe Raffaele.

Il Potenza  vanificò, allora,  la possibilità di scalare posizioni,  nella classifica generale.

Fu un errore di Ioime, con una respinta corta ,  a decretare la sconfitta, ma l’intera squadra disputò una gara non brillante.

Probabilmente  pesò  la stanchezza delle tre gare disputate in otto giorni rispetto alla freschezza viterbese.

Ora la situazione è capovolta con i rossoblù più freschi e la squadra laziale con tre impegni ravvicinati in otto giorni.

Il risultato finale di 2a1 per i rossoblù premia la squadra più determinata e più vogliosa di consolidare la posizione di classifica. I risultati delle dirette concorrenti, questa volta, sono favorevoli a loro favorevoli e, quindi, è consolidato quel posto in graduatoria,  che ad inizio  campionato era da ritenere un obiettivo quasi proibitivo.

Un gol per tempo dei rossoblù,  con la rete laziale nei minuti di recupero.

Gol di Ramos Borges Emerson, per il vantaggio,al 35’ con un sinistro forte e balisticamente perfetto,  dai 25 metri,  che termina la corsa in rete,  alla destra di un esterrefatto Forte.

Il raddoppio al 72’  con Ricci, bravo ad accentrarsi dalla sinistra e calciare, con precisione,  dal limite dell’aera.

Al minuto 90+2 la rete viterbese con Damiani , bravo a intercettare a pochi passi dalla linea bianca di Breza un tiro-cros di Tsonev.

Il Potenza per la mole di gioco sviluppata avrebbe meritato un successo “più rotondo“ . Da segnalare le occasioni di Coccia, Bacio Terracino  nel primo tempo e di Guaita nella ripresa.

Per la Viterbese si segnala all’attivo un palo di Molinaro al 46’ , un’occasione non concretizzata da Ngissah , su uno svarione di Giosa e Vandeputte che si fa respingere un insidioso diagonale da Breza.

A fine gara si registra la soddisfazione espressa sia dal Presidente Caiata,  che da, un inusuale sorridente, mister Raffaele.

Dichiarazioni equilibrate e di attaccamento alla maglia ed alla città da parte di Emerson , al suo quinto gol stagionale. E non finisce qui! Merita la foto,in questa nota,  per la maiuscola prestazione effettuata oggi , e non solo. Un esempio dentro il campo, nello spogliatoio e nella vita quotidiana.

Mister Calabro ha elogiato il percorso del Potenza, nutrendo speranza per la prima gara della finale di Coppa Italia che vedrà la sua squadra impegnata contro il Monza, con l’obiettivo  di vincerla ed assicurarsi anche un posto di” rispetto” nella griglia playoff.

Per i lucani altre due “finali” prima di concludere la regulas season , in posizione di tutto rilievo.

A Caserta e poi al Viviani contro la Vibonese,  per continuare a sognare.

E…poi, tutto ciò che verrà sarà ben accetto!  

Sezione: Editoriale / Data: Dom 21 Aprile 2019 alle 00:01
Autore: Giuseppe Rita
Vedi letture
Print