Un pareggio amaro per il Potenza che viene raggiunto al 93' dal Rende che apre e chiude il match con le marcature di Libertazzi e Saveljevs.

Dopo la sconfitta di Lentini contro la Sicula Leonzio ci si attendeva la risposta da parte del Potenza che è arrivata a metà, dopo la rete lampo di Libertazzi in avvio di gara i rossoblu erano riusciti a rimettere in carreggiata la partita salvo poi subire il pari nei minuti di recupero.

Prima del match la squadra ha fatto cerchio verso la panchina, un gesto di unità e di gruppo che mai si era vista nella gestione Raffaele, un gesto che ad inizio partita, avrebbe fatto ben sperare per l'andamento del match.

Il Potenza, nonostante la rete di Libertazzi si è messa alla ricerca del pareggio trovandolo poi fortunosamente con Emerson aiutato dal portiere ospite che ha deviato maldestramente la punizione del brasiliano. Trovato il pari il Potenza ha rallentato i ritmi creando delle occasioni ma non riuscendo a trovare il vantaggio che avrebbe permesso ai rossoblu di Raffaele di andare negli spogliatoi con serenità.

In avvio di ripresa Coccia, con una rete probabilmente in fuorigioco (se dobbiamo parlare di arbitri lo dobbiamo fare guardando anche in casa nostro, nda), porta finalmente in vantaggio il Potenza che manca poi il doppio vantaggio in più di qualche occasione, chiamiamola sfortuna o imprecisione, fatto sta che il Potenza non è stato capace di chiudere la partita e si è fatto poi sorprendere da Saveljevs che al 93' ha sfruttato la seconda dormita difensiva della partita.

Il 2-2 contro un Rende modesto e non irrresistibile ha scatenato l'ira dei tifosi che hanno fischiato la squadra al termine della gara. E' vero che l'attuale posizione di classifica del Potenza, alla luce del valore delle formazioni del girone C è pur sempre ottima ma è altrettanto vero che il Potenza dall'inizio del 2020 non sembra essere lo stesso del girone di andata. La paura di molti tifosi è che si sia rotto qualcosa, qualche meccanismo all'interno dello spogliatoio, armonie, o chissà cosa che sta frenando psicologicamente il Potenza che è lo stesso che nel corso dell'anno solare 2019 è stata tra le migliori del panorama calcistico nazionale.

Alla squadra ora tocca fare nuovamente quadrato e ritrovare serenità oltre che le energie per ritornare alla vittoria, due punti contro le ultime tre della classe sono davvero pochi per una squadra che fino a poche settimane fa aveva la miglior difesa del girone C e la terza migliore di tutta la terza serie.

Sezione: Editoriale / Data: Lun 17 Febbraio 2020 alle 00:00
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print