Il Campionato di Serie C non è una competizione scontata in cui tutto è scritto, basta chiedere ai tifosi del Bari ad esempio che all'esordio al San Nicola hanno visto perdere i propri beniamini. Prima vittoria storica del Picerno tra i professionisti e prima sconfitta in campionato per il Potenza di mister Raffaele.

LA GIORNATA - La seconda giornata di campionato regala già le prime sorprese rispetto ai pronostici di inizio stagione. C'è da registrare la sconfitta del Bari, formazione data come favorita assoluta del girone e vera schiacciasassi, che cade 3-1 contro la Viterbese che va a punteggio pieno così come il Bisceglie ripescato dopo la sconfitta nei playout della passata stagione. Da registrare anche la sconfitta del Monopoli sconfitto nell'anticipo a Pagani, si conferma il Catania (che non riesce ad evitare gol), bene la Reggina che piega 5-1 la Cavese. Da registrare inoltre la prima gara rinviata della stagione, Teramo-Sicula Leonzio, il motivo? Data l’indisponibilità del campo del Teramo, lo Stadio Bonolis, per i lavori di sistemazione del nuovo manto in erba sintetica, era stato programmato originariamente presso lo Stadio Cornacchia di Pescara, ma il successivo spostamento alla stessa data della partita di Serie B tra il Pescara e il Pordenone ne aveva reso impossibile l’organizzazione, come dire che la mano destra non sa cosa fa quella sinistra.

IL PICERNO - 1 settembre 2019, una data che i tifosi del Picerno ricorderanno per sempre, quel tipo di eventi che ti portano a fare un tatuaggio o a intitolare una via o una piazza del paese, una giornata da ricordare che registra la prima vittoria dell'AZ Picerno tra i professionisti. La formazione guidata da mister Domenico Giacomarro, nello stadio con cui si è reso protagonista quando sedeva sulla panchina del Potenza, ha sconfitto per 2-1 il Rieti portando a casa la prima vittoria e portando il bottino a quattro punti. I melandrini hanno fatto la gara con Kosovan e Bertolo che hanno messo a segno le prime reti in rossoblu portando la propria squadra al doppio vantaggio, a nulla è valsa la rete di De Paoli per i laziali che hanno dovuto fare a meno di Marchi dal 56' che a causa di un infortunio al ginocchio in un contrasto è stato trasportato immediatamente al San Carlo per accertamenti, al centrocampista marchigiano vanno gli auguri per una pronta guarigione.

SERIE D - Esordio amaro per le due lucane che prendono parte alla Serie D, sia Grumentum che Francavilla perdono la loro prima stagionale con lo stesso risultato (3-1) rispettivamente contro Nocerina e Bitonto. Il Grumentum ha tenuto testa nel primo tempo ai campani chiudendo in vantaggio la prima frazione di gioco, vantaggio che ha reso felici a metà i tifosi valdagrini che poi hanno visto i propri ragazzi cedere, ha tanto da lavorare invece mister Lazic per il suo Francavilla che in meno di venti minuti era già sotto di tre reti. Diamo fiducia alle due compagini lucane augurandogli di chiudere la stagione con una salvezza tranquilla.

IL POTENZA - Un avvio non agevole per il Potenza con il calendario che ha riservato allo start tre match insidiosi, Casertana, Ternana e Catania non sono proprio tre squadre come le altre, certo è pur vero che la Serie C non è semplice ed ogni gara ha il suo indice di difficoltà ma partire con questo handicap non è di certo un buon incoraggiamento. Il Potenza dopo due gare si ritrova a tre punti, bene in casa contro la Casertana un po' meno a Terni dove le fere si sono messe più in mostra sfruttando il fattore campo e con l'incoraggiamento di dodici mila spettatori. Qualcuno pensava ad una pazzia il fatto che la società della Ternana avesse deciso di vendere i propri abbonamenti ad 1,00 €, ma l'audacia ha pagato ed il calore di dodicimila tifosi ha dato la spinta necessaria per trovare la vittoria contro i rossoblu. Torniamo al Potenza. Mister Raffaele ha fatto di necessità virtù, non vuole essere una difesa per lui ed il suo operato, ma affrontare la Ternana con quattro attaccanti in meno è un grave handicap per chiunque, non nascondiamocelo. Murano in avanti non è stato servito al meglio dai compagni, sugli esterni bene Isgrò che si conferma per la grinta che mette in campo, rimandato a settembre Silvestri per l'espulsione guadagnata, rivedendo le immagini non è chiaro l'accaduto, al di là di quello che è successo un professionista con la sua esperienza dovrebbe sapersi misurare ed evitare di lasciare i suoi in dieci anche se per pochi minuti.

Ingenerose le critiche che arrivano all'indirizzo del tecnico siciliano, basta andare a leggerei commenti sotto i nostri post sui social o sulla pagina ufficiale del Potenza Calcio per farsi un'idea, ricordiamoci che siamo solo alla seconda giornata di campionato e che la stagione è lunga, ci sono ancora poco meno di 24 ore per intervenire sul mercato qualora fosse necessario, a sentire le parole di Raffaele sembrerebbe probabile. Da ogni sconfitta bisogna trovare ciò che può essere di positivo, il Potenza è andato a Terni per giocare e non per nascondersi, a decidere la gara è stato un episodio che è andato a sfavore per il Potenza come è andato a favore invece nell'occasione della mezza papera di Breza con la palla deviata fuori dopo che gli è rimbalzata davanti, in altre situazioni sarebbe finita tranquillamente dentro. Domenica prossima c'è il Catania al Viviani, il presidente Caiata ha già chiesto ai tifosi di trasformare il catino cittadino in una bolgia, la piazza dovrebbe farlo senza rispondere all'invito del patron rossoblu, i ragazzi meritano la spinta necessaria per affrontare il Catania, non si arriverà ai dodici mila di Terni ma almeno riempire i circa 4400 posti a disposizione e colorare l'intero Viviani di rosso e di blu potrebbe essere l'arma vincente per ritrovare la vittoria e non perdere terreno in classifica, in attesa di un nuovo attaccante o di meno sfortuna.

SalCo

Sezione: Editoriale / Data: Lun 2 Settembre 2019 alle 00:01
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print