LA SESTA “SINFONIA” PORTA BENE !

CONSOLIDATA LA PRIMA POSIZIONE ED ORA SI ATTENDE LA SECONDA IN GRADUATORIA!
 di Giuseppe Rita  articolo letto 1322 volte
LA SESTA “SINFONIA” PORTA BENE !

La  sesta giornata del girone H della serie D si chiude con totale soddisfazione della compagine del capoluogo e solo parziale  delle altre due  lucane.

L’AZ Picerno  ( punti 14 ) dopo il successo all’ultimo minuto di otto giorni fa a Nardò,  che potrebbe però  essere comunque vanificato, in settimana,  dal Giudice Sportivo per il ricorso prodotto dalla squadra del salento, è bloccata in casa  (1a1) dal Gravina, mentre il Francavilla in Sinni  ( p. 6 ) rinfrancato dopo il successo esterno del turno scorso, non riesce ad andare oltre al pareggio, sul proprio campo (2 a 2) , contro il Nardò. Per il Potenza (p.18) si concretizza la sesta sinfonia di esaltazione, cogliendo  un successo prezioso, (2 a 3) frutto, soprattutto, della “qualità” di alcuni interpreti. A testimonianza di avere un attacco prolifico il tabellino indica 22 gol realizzati  e solo 3 subiti.

Per la squadra rossoblù una partita difficile che per come si era messa, a livello di risultato parziale, poteva finire con la vittoria della squadra locale ovvero con un pareggio.  La grande motivazione evidenziata, unitamente alla qualità dei singoli giocatori, superiori agli avversari,  hanno fatto spostare l’ago della bilancia dalla parte  rossoblù,  ottimizzando anche la superiorità numerica, determinata dall’espulsione di un giocatore avversario, sul  punteggio di 1 a 1.  Il rigore di França col primo aggancio e poi la marcatura col delizioso pallonetto di testa  di  Siclari a pareggiare nuovamente, col gol eccezionalità balistica, su punizione,  di Esposito a definire il punteggio finale.

Citazione particolare a Panico per il palo colpito, con un diagonale fortissimo, successivamente alla traversa colta da Siclari con un’imperiosa “capocciata”.

Al microfono di Alfonso Pecoraro per RadioCarina, mister Ragno ha sintetizzato “ sarà sempre cosi” intendendo che tutte le gare saranno difficili e problematiche col risultato da conquistare con impegno,  vigore e caparbietà e con quel pizzico di fortuna che non guasta mai. “Confusionario” è stato l’approccio dei rossoblù, che hanno comunque  evidenziato, nei momenti salienti, il necessario “furore agonistico”. Si archivia anche la non facile partita con la Frattese, che ha visto tantissimi appassionati bardati dei colori  rossoblù incitare e trascinare i leoni soprattutto nelle fasi di maggiore difficoltà. Si guarda già oltre. Si pensa già al “big match” di domenica che vedrà scendere al Viviani la seconda in graduatoria, cioè il Cerignola (p.16) per una partita che vale il primato. Per il Potenza per il consolidamento del primo posto e per tentare la prima “fuga”, per la squadra pugliese per raggiungere l’apice e scavalcarlo in classifica. E’ ufficialmente indetta per domenica la giornata rossoblù con la realistica possibilità di frantumare il record di spettatori e certamente d’incasso, rispetto alle gare precedenti, già affollate. Ma il vetusto Viviani avrà la capienza necessaria  e riuscirà a contenere la moltitudine di appassionati,  anche proveniente da fuori città? Il “popolo rossoblù”  merita giusta attenzione e considerazione.   

La capolista offra domenica prossima il meglio di sè, dopo tanti anni di buio e oscurantismo, per poter “sognare” un futuro ambizioso.

Buona settimana … a tutti!

 Foto: si ringrazia Piero Calò