Potenza-Cerignola, sfida tra corazzate: pugliesi analizzati ai raggi X.

 di Manuel Scalese Twitter:   articolo letto 1138 volte
Foto Aucello.
Foto Aucello.

Potenza-Cerignola sarà il big match d’alta quota che spiccherà nel programma del 7° turno del girone H di serie D, con le due formazioni che incroceranno le armi nell’arena del Viviani per contendersi la vetta della classifica. Di fatti i pugliesi tallonano i lucano a distanza di due punti. La sfida tra le due corazzate sarà particolarmente gustosa per l’alto tasso tecnico delle due compagini. Dando per scontato quello dei rossoblu proviamo a tracciare l’identikit della truppa agli ordini di mister Farina. Il Cerignola può contare dunque su una rosa di assoluto valore che vanta tra le proprie fila calciatori di primo piano e di grande esperienza per la serie D e profili di categoria superiore. Nel 3-4-3 disegnato da Farina tra i pali agisce l’estremo difensore cresciuto nel settore giovanile della Juve Stabia e del Carpi Abagnale, con il portiere classe ’98 che nelle ultime due stagioni con la maglia corallina della Turris. Nel trio di difesa tra calciatori di assoluto spessore a partire dal capitano Ciano che in carriera si è diviso tra C2 e serie D. Con lui il difensore Benvenga, una vita passata tra i professionisti con la passata stagione tra le fila del Nardò che è stata la prima esperienza in D per il centrale salentino. A completare il reparto difensivo il jolly, ex Bisceglie e San Severo, Pollidori. Senza contare l’importante apporto dato da Di Bari, al momento fermo ai box per infortunio ma anche per lui una carriera trascorsa prevalentemente tra i professionisti. Nella zona nevralgica del campo a presidiare gli esterni i due under Russo e Cappellari, mentre a fungere da filtro tutta l’esperienza di Vicedomini e dell’ex capitano del Matera Iannini, autentico valore aggiunto per la categoria con il centrocampista campano oggetto del desiderio delle big di serie C nelle ultime stagioni. In attacco spazio al tridente da urlo formato da Adamo, che chiude il cerchio per quanto riguardano i quattro under in campo, Montaldi e Gambino. Per quanto riguarda Adamo parliamo di un class ’98 ma che a conti fatti offre l’apporto di un over con il giovane esterno offensivo di proprietà del Foggia che si è messo in luce nella passata stagione con la maglia dell’Herculaneum, ora Ercolanese. Montaldi non ha bisogna di presentazione visto che il calciatore argentino arriva da ben tre promozioni consecutive, due con la maglia della Virtus Francavilla che centrò il doppio salto dall’Eccellenza alla Lega Pro e nella passata stagione con il Bisceglie targato Ragno che domenica siederà sulla panchina del Potenza. Per quanto riguarda Gambino non c’è bisogno di presentazione per descrivere un animale d’area di tale portata con l’attaccante di Agrigento che ha attirato intorno a sé le attenzioni della serie C dopo le ottime annate a Monopoli, Cosenza e Fondi. Ultimo non di certo in ordine di importanza Longo, con l’ex punta della Frattese che nelle ultime tre stagioni ha realizzato ben 62 reti con i nerostellati. Longo è reduce da un infortunio e sta man mano riprendendo la condizione per rendersi disponibile per mister Farina. Ad aggiungere ulteriore sapore al match la sfida nella sfida per i tre ex Matera Fernandez, Iannini e Ciano e l’ex Melfi, Di Bari. Ritorno al Viviani per il segreario dei pugliesi Marco Santopaolo.