Ragno: "Rispettiamo il San Severo ma siamo obbligati a vincere e su Giacomarro dico che...".

 di Manuel Scalese Twitter:   articolo letto 863 volte
Ragno: "Rispettiamo il San Severo ma siamo obbligati a vincere e su Giacomarro dico che...".

l Potenza si appresta a vivere il testa coda del girone H con la capolista rossoblu impegnata al Madrepietra Stadium di Apricena contro il fanalino di coda del San Severo. Nonostante la classifica quella contro la formazione Dauna è una gara che cela sempre insidie e tranelli dietro l’angolo e che potrebbe spingere gli uomini di mister Ragno a sottovalutare l’impegno alla luce dell’abisso in graduatoria che potrebbe far presagire di per sé un esito già scontato. Ma le partite vanno sempre giocate e vinte sul campo la trasferta pugliese andrà affrontata con la solita motivazione e con la consueta fame di successi. Lo sa bene Ragno che nel corso della conferenza stampa pre-gara ha invitato la truppa rossoblu a stare sempre sul pezzo: “Tutti vogliono fermarci - sostiene l’allenatore del leone rampante. Non mi interessa se affrontiamo la quarta, la sesta o l’ultima, non guardiamo la classifica, guardiamo l’avversario. Prepariamo tutte le gare nei minimi dettagli ed ora ci concentriamo su un San Severo in difficoltà che ha deciso di cambiare l’allenatore, nonostante Vadacca sia un bravo tecnico. La scelta Giacomarro, tecnico esperto per la categoria, la dice lunga sulle sue ambizioni con il San Severo che vuole risalire quanto prima in classifica. Rispettiamo gli avversari ma abbiamo l’obbligo di provare a vincere ogni domenica e di trarre il massimo contro il San Severo”. Mister Ragno si sofferma sull’imminente avversario che vedrà in panchina l’ex trainer rossoblu Domenico Giacomarro: “Loro dispongono di importanti individualità, ma se sono ultimi in classifica sicuramente qualche problema ce l’hanno - prosegue Ragno. Hanno diversi atleti infortunati e non sappiamo se riusciranno a recuperare per la gara. Quel che è certo è che la società vuol risalire quanto prima e per farlo hanno scelto un allenatore che conosce benissimo questa categoria e che ha vinto anche questi campionati. Sicuramente a dicembre si rinforzeranno, ma ora pensiamo alla rosa attuale e chi scenderà in campo lo farà per portarsi a casa i tre punti e continuare questo splendido campionato che stiamo facendo”. Il tecnico di Molfetta conclude soffermandosi sul duello in panchina col mister Giacomarro, autentica partita a scacchi tra due maestri della categoria: “Giacomarro lo affronti quando lui allenava la Paganese - chiosa Ragno. Io ero appena subentrato a Monopoli e persi per 3-1. Ricorso anche che lui arrivò primo e vinse il campionato con una grande squadra a disposizione”.