Il Potenza dovrà andare a Viterbo a giocare la sua gara senza paura e timori reverenziali nei confronti di un avversario di turno duro e complicato da affrontare in casa propria ma se i rosso-blù tireranno fuori gli attributi come chiesto dai suoi tifosi ecco che la musica cambierà.Ora serve cambiare marcia ufficialmente...ora, però tra le altre cose serve incrementare il numero di occasioni da gol e le reti ed è per questo che la squadra deve iniziare ad avere un gioco propositivo.Mister Raffaele  lo ha già detto e ridetto anche oggi nella partitella di metà settimana e infatti chiede agli uomini di fascia di spingere e fare più cross e anche a chi è in mezzo al campo di verticalizzare di più in modo che gli attaccanti siano messi nella condizione di ricevere palloni da scaraventare in porta possibilmente inquadrandone lo specchio. Potrà sembrare un modo un po’semplice di giocare a calcio, ma trattasi dell’abc. I giocatori sono dei professionisti e agiscano di conseguenza, cambiare mentalità in modo da effettuare un gioco più propositivo si può, ma bisogna volerlo fare.A fine stagione ci sarà da togliersi qualche sassolino dalle scarpe e speriamo che gli atleti rosso-blù con forza e orgoglio dimostrino a chi ha la memoria corta che questo Potenza è vivo e vegeto.La partita con la Viterbese ci dirà tanto sullo stato attuale di forma psico-fisico di questo Potenza ma la cosa importante sarà andare in terra laziale con tanta grinta e rabbia da vendere.

Sezione: Primo Piano / Data: Gio 20 Febbraio 2020 alle 21:34
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print