Come era prevedibile, è miseramente naufragato il piano di salvataggio, in ottica di un concordato preventivo, presentato dall’avvocato Angelo Massone per consentire alla Lucchese di proseguire il suo cammino in C, categoria mantenuta sul campo grazie allo straordinario gruppo di uomini veri guidato da Giancarlo Favarin.

Il legale romano non ha presentato alcuna domanda di iscrizione, il cui limite è fissato per le 24 di oggi (24 giugno nda), poiché non sarebbe disponibile uno stadio alternativo al Porta Elisa. Dal punto di vista economico, invece, sempre secondo Massone, non ci sarebbe stato alcun problema. Affermazione sulla quale ci permettiamo di nutrire seri dubbi. Con la mancata iscrizione alla Serie C, condizione inderogabile, viene meno anche il prosieguo della procedura di concordato preventivo e, quindi, con tutta probabilità si sfocerà nel terzo fallimento in 11 anni.

Al massimo verrà presentata, in base a ciò che ha affermato lo stesso Massone, un’istanza al presidente della Figc Gravina di deroga che poggerebbe le fondamenta sul fatto che il collegio di garanzia del Coni non si è ancora espresso sul ricorso relativo alla fideiussione. Inutile dire che, le possibilità che venga accolto sono pari a zero.

È l’ultimo atto di una recita che ha visto transitare a Lucca svariati personaggi e comparse non “in cerca di autore”, che non hanno fatto altro che procrastinare lo sviluppo degli eventi, assieme a chi ha lasciato la Lucchese in queste condizioni alla fine del 2018 con la cessione al trio romano Castelli-Ceniccola-Ottaviani. Adesso si dovrà pensare a come fare ripartire la Pantera. Anche l’amministrazione comunale dovrà fare la sua parte, come avvenuto in altre storiche piazze che hanno dovuto fare i conti con un fallimento. Si dovrà cercare di coinvolgere quegli imprenditori di cui più volte è stata preannunciata la discesa in campo: quel momento è arrivato ora.

La Pantera, che non morirà mai, dà l’arrivederci al calcio professionistico con la speranza di iniziare, finalmente, un ciclo veramente virtuoso e positivo che tutti gli encomiabili tifosi rossoneri, sempre vicini al club in questi anni difficili, si meritano.

Sezione: Primo Piano / Data: Lun 24 Giugno 2019 alle 19:18 / Fonte: Lagazzettadilucca.it
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print