Dopo qualche settimana di attesa e all’indomani della separazione dal gruppo Camaro, il patron Pietro Sciotto ha rotto gli indugi. E si è regalato un grande colpo per l’attacco, ritenuto indispensabile per avviare la rincorsa ai play-off e guardare anche oltre.

Torna a Messina infatti l’istrionico Pietro Arcidiacono, voglioso di avvicinarsi a casa e rilanciarsi dopo un’annata al di sotto dei suoi standard in Lega Pro. Undici presenze, due reti e un assist nel Potenza, con cui ha trovato pochissimo spazio da novembre ad oggi.

Per rinunciare alle garanzie di un contratto professionistico, che prevede anche la parte legata ai contributi, l’esterno offensivo ha concordato con il direttore sportivo giallorosso Pasquale Leonardo un contratto di un anno e mezzo, valido anche per la prossima stagione e quindi fino a giugno 2021, che lo ha convinto anche a rinunciare all’offerta del Taranto.

La sua ultima partita con la maglia del Potenza risale allo scorso 15 dicembre, quando disputò una decina di minuti contro la Paganese. Essendo quindi già trascorso un mese dall’ultima apparizione in C, sarà subito disponibile per il nuovo esordio tra i Dilettanti. Il 31enne calciatore catanese ha superato le 300 gare disputate in carriera e le settanta reti complessive.

L’anno scorso a Messina ha raggiunto la doppia cifra, tornando a recitare da protagonista in un campionato in cui aveva già indossato le maglie di Adrano, Cosenza e Vado. La fumata bianca arriva dopo che Sciotto ha ricucito anche il rapporto con il suo procuratore Alessandro Cicchetti, che in giallorosso ha già traghettato negli anni una pletora di assistiti, da Gambino a Biondi, da Cossentino a Guerriera e Bucolo.

Sezione: Primo Piano / Data: Ven 17 Gennaio 2020 alle 20:40 / Fonte: messinasportiva.it
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print