A.T. San Severo-Potenza 0-2, vista dalla Puglia...

 di Redazione TTP Twitter:   articolo letto 1022 volte
Fonte: Alto Tavoliere San Severo
© foto di NewsPix/Image Sport
A.T. San Severo-Potenza 0-2, vista dalla Puglia...

Capolista Sotto Scacco Per Ampi Tratti Di Gara: Ma Il Potenza Prevale Grazie Alla Maggiore Qualità Dei Singoli. 

Non sfigura affatto l’Alto Tavoliere San Severo al cospetto della capolista Potenza che praticamente con il minimo sforzo riesce a portare a casa l’intera posta in palio nel match valevole per la 12^ giornata del campionato di serie D girone H. Al Madrepietra Stadium di Apricena mister Giacomarro, ex della partita, presenta un 3-5-2 atipico con Florio a dar manforte ad un centrocampo molto attento a formare una gabbia intorno alla fonte primaria del gioco lucana ossia il rossoblù Esposito. Mossa che riesce perfettamente ai giallogranata che mostrano inoltre nei primi minuti una verve maggiore rispetto all’avversario. Sugli scudi il giovane Spinelli che ci prova in due circostanze al 9’ e all’11’. Nel mezzo al 10’ una conclusione in corsa di Kameni che termina di poco al lato. Al 12’ è Guadalupi a proporsi con un tiro in diagonale tuttavia ben controllato da Longobardi che ne osserva senza patemi la traiettoria finire sul fondo. Dopo questa fiammata iniziale le squadre si neutralizzano a centrocampo fino a quando al 39’ il bomber Franca non estrae dal cilindro una conclusione in controtempo che sorprende l’estremo difensore dauno per il vantaggio del Potenza. Si chiude così la prima frazione e nella ripresa le ostilità si riaprono sulla falsa riga dei primi 45’. Al 9’ Siclari sottomisura chiama all’intervento a mano aperta il numero 1 giallogranata. Poi al 16’ una conclusione dal limite dell’area di rigore viene rimpallata alla meglio dalla difesa rossoblù .Al 24’ il neoentrato e ultimo arrivato in casa Alto Tavoliere, Fulvi, offre un’assist delizioso all’accorrente Menicozzo che però non riesce a centrare lo specchio della porta dai 20 metri. Gli uomini di mister Ragno sembrano vivere di rendita del vantaggio acquisito nella prima frazione ma non disdegnano di rimessa a riaffacciarsi di tanto in tanto dalle parti della difesa sanseverese. Su una di queste ripartenze al 32’ Guaita in diagonale trafigge per la seconda volta Longobardi. Senza sussulti i successivi minuti, la capolista amministra e le ultime sfuriate offensive foggiane termineranno puntualmente la loro corsa al limite dell’area di rigore avversaria. Continua così la marcia trionfale del Potenza (34 punti in 12 partite) mentre per il San Severo un’altra trasferta ostica alle porte; quella di Cerignola di domenica prossima.