"Abbiamo finito la scorsa stagione, come ho detto ai ragazzi, con un senso di incompiuto, sicuramente di grande soddisfazione per aver fatto un grande campionato che ci ha regalato delle bellissime emozioni però ci ha lasciato un po' l'amaro in bocca, una sensazione di incompiuto come se qualcosa fosse iniziata e non fosse arrivata a termine". Queste le dichiarazioni del presidente Salvatore Caiata durante la conferenza stampa di ieri insieme agli altri presidente Maurizio Fontana e Antonio Iovino e prosegue: "Ho detto ai ragazzi che dobbiamo cercare di portare avanti il lavoro dell'anno scorso nella consapevolezza di affrontare un campionato più difficile e più impegnativo, inutile nascondersi dietro un dito, ci saranno squadre estremamente agguerrite e competitive ma anche piazze agguerrite, il calcio si fa con la squadra, con i giocatori, con la dirigenza, con la società ma anche con il pubblico, la città, con l'entourage, noi abbiamo un equilibrio bellissimo fra proprietà, società, giocatori, dirigenza, pubblico, giornalisti, c'è da parte di tutti una bellissima sinergia, dobbiamo essere bravi a sapere quello che siamo e dove possiamo essere, non dobbiamo avere pretese di grandiosità perchè sarebbe la nostra rovina immediata e dobbiamo avere la consapevolezza che noi abbiamo dei limiti oggettivi e strutturali che sono la nostra forza economica, il sostegno economico che arriva dall'ambiente che ci circonda e una capacità strutturale limitata ad uno stadio che oggettivamente non permette un afflusso superiore ad un certo numero di persone".

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 16 Luglio 2019 alle 17:15
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print