Un Potenza convincente, oltre che un buon risultato (3-0 contro la Viterbese) e il presidente Salvatore Caiata accompagna in sala stampa mister Giuseppe Raffaele come già fatto col Rende: "Scaramanzia - ride il numero uno rossoblù - ma ci piace anche stare insieme, solo calcisticamente. E' il segno di come siamo: sereni. Oggi (ieri, ndr) con grandissima soddisfazione: nel calcio può andare male, ma alla fine se giochi a pallone il risultato arriva. Lasciatemi dire due cose: il mister in ritiro mi aveva detto che avremmo dovuto arrivare alla 7^/8^ giornata per vedere la squadra fluida; io faccio sempre un plauso alla squadra per le prestazioni e per il risultato, ma quando ci sono delle situazioni eccezionali è giusto anche rendere merito ai singoli. Bisogna che io spenda una parola per un classe 1999 come Ciro Panico, che è rimasto in ordine ad allenarsi anche quando non ha avuto spazio, perché ha capito che il mister lo stava facendo crescere. Oggi ha fatto la sua più bella partita: è cresciuto tantissimo ed è giusto rendergli merito, così come è giusto farlo per chi non aveva trovato molto spazio, e mi riferisco a Souare e Ferri Marini, che pur entrando a partita in corso sono entrati col piglio e la determinazione, facendo vedere che ci sono anche loro. Questo è un gruppo affiatato".

C'è però qualcosa che rattrista Caiata: "Mi dispiace solo aver visto lo stadio mezzo vuoto e faccio un appello: domenica prossima giocheremo con una grande squadra come il Teramo, quindi mi piacerebbe una bolgia. Infine- prosegue il presidente dei lucani - la Viterbese è un'ottima squadra, la più forte di quelle affrontate finora. E' solida, con ripartenze velocissime, pericolosa, mi ha fatto una grande impressione e questo aumenta il merito della nostra vittoria. Dulcis in fundo: Emerson si è tolto il sassolino dalla scarpa, mettendo un gol capolavoro. Un applauso anche a Bigio Arcidiacono: finalmente ha trovato il primo suo gol, ma non era la sua prima prestazione, soprattutto per quello che fa dietro il centrocampo. C'è voglia di sacrificarsi e spendersi per la squadra".

Sezione: Primo Piano / Data: Lun 7 Ottobre 2019 alle 12:03 / Fonte: tuttoc,com
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print