La speranza di tutti gli sportivi è che il Rieti riesca a superare questo momento difficilissimo e possa continuare la sua avventura in serie C. Ad oggi però sono evidenti i prodromi della sparizione e del ritiro anticipato del club dal campionato di C, come avvenuto in passato a Matera, Pro Piacenza e Modena

L'eventuale rinuncia al proseguimento del campionato da parte del club laziale, ridurrà a 19 le squadre e cambierà qualcosa in classifica.

Ma vediamo cosa dice il regolamento federale in merito al ritiro di una squadra dal campionato di competenza. Andiamo con ordine. 

Dalla stagione in corso, la FIGC ha introdotto alcune novità nell'articolo 53 delle NOIF, "Rinuncia a gara e ritiro od esclusione delle società dal Campionato":

- L'esclusione definitiva dal torneo si verificherebbe dopo la seconda rinuncia (comma 5)

- Qualora una società si ritiri dal Campionato o ne venga esclusa per qualsiasi ragione, tutte le gare disputate nel corso del campionato di competenza non hanno valore per la classifica, che viene formata senza tenere conto dei risultati delle gare della società rinunciataria od esclusa. (comma 3)

- Esclusione prevista anche in caso del mancato pagamento stipendi di due bimensilità: il Rieti non ha corrisposto gli stipendi dei mesi luglio-agosto. La prossima scadenza è datata 16 dicembre (stipendi settembre-ottobre).

Il Rieti deve ancora giocare contro Reggina, Avellino, Bisceglie, Rende e Catania. Ha perso già contro Bari, Ternana, Picerno, Casertana, Catanzaro, Paganese, Monopoli e Vibonese, pareggio invece al cospetto di Potenza, Teramo e Francavilla. Reatini che invece hanno battuto Sicula, Viterbese e Cavese.

La classifica ipotetica (NdR):

Reggina 34
Potenza 26
Ternana 26
Monopoli 25
Bari 23
Viterbese 21
Catania (-1) 20
Teramo 20
Catanzaro 18
Vibonese 17
Virtus Francavilla 17
Casertana 15
Cavese 14
Avellino 14
Picerno 13
Paganese (-1) 13
Bisceglie 10
Sicula Leonzio 9
Rende 7
Rieti esclusa

Sezione: Primo Piano / Data: Sab 16 Novembre 2019 alle 21:04 / Fonte: Tuttoreggina.com
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print