Capuano: "Allenare a Salerno? ...chiamano tutti tranne me..."

12.01.2019 19:15 di Redazione TuttoPotenza Twitter:   articolo letto 994 volte
© foto di Jacopo Duranti/TuttoLegaPro.com
Capuano: "Allenare a Salerno? ...chiamano tutti tranne me..."

Termina 1-1 l'amichevole tra la Salernitana e il Rieti. Gara, quella disputata allo stadio Arechi, priva di grosse emozioni. Gregucci approfitta del test per sperimentare il 3-4-2-1, utilizzando tutti gli uomini a disposizione (Casasola l'unico a disputare i 90'). Il club laziale del neo allenatore Ezio Capuano disputa una buona prova, facendo tremare due volte il cavalluccio marino nella prima frazione. Nella ripresa gli ospiti passano in vantaggio con una punizione di Catarino Venancio che non lascia scampo a Vannucchi (subentrato a Micai). La Salernitana pareggia subito i conti con Jallow ma non riesce più a rendersi pericolosa. E così a fine gara la squadra esce dal campo tra i fischi dell'Arechi. Granata apparsi lenti e prevedibili, forse anche a causa dei carichi di lavoro effettuati in settimana.

Applaudito da buona parte dei tifosi presenti allo stadio, il tecnico Ezio Capuano ha parlato così in sala stampa: “Non commento la prestazione della Salernitana: noi siamo stati bravi a chiudere gli spazi, loro erano appesantiti dai duri carichi di lavoro. Sul gol del pareggio abbiamo commesso un errore che le squadre di Capuano difficilmente fanno. Rivolgo comunque i complimenti ai miei ragazzi, è stato un pomeriggio positivo e un ottimo allenamento. Aspettiamo rinforzi dal mercato, chiunque dovesse venire da Salerno alzerebbe il tasso tecnico della squadra. Bellomo è un fuoriclasse, non è possibile che in B faccia otto minuti in un intero girone d’andata. Ci piace anche Kalombo, ma sembra ci sia qualche problema e dobbiamo valutare. Gli applausi del pubblico? Non ho mai nascosto il mio amore per questo stadio, per la tifoseria e per la Salernitana. Volevo sedermi sulla seconda panchina, in questi anni hanno contattato tutti tranne me. Evidentemente qualcuno non mi reputa all’altezza, ma credo che le motivazioni valgono più dell’aspetto tecnico e avrei potuto dire la mia”.