E' iniziata oggi una nuova importante avventura sportiva per Eziolino Capuano che rileva sulla panchina dell'Avellino mister Ignoffo.Presenti nella sala stampa dello stadio "Partenio-Lombardi" anche gli avvocati potentini del trainer pescopaganese e cioè Michele Riccio e Sergio Mauro che da anni sono al seguito seguendo a livello legale l'allenatore lucano.

Ed ecco che Capuano gonfia il petto e si lascia andare davanti alla stampa irpina con le sue parole riportate da Gazzetta.it: "Non c'è nessun allenatore in Italia che ha vinto più di me negli ultimi sei anni in piazze diverse. Mi auguro di poter emulare Sarri che è arrivato tardi nel grande calcio in serie A, a 55 anni, e voglio farlo con l'Avellino dove spero di iniziare un ciclo. Ho 812 panchine e quindi credo di avere la giusta esperienza per intervenire in una situazione del genere. Ho già strigliato la squadra in allenamento perché non voglio vedere il tiqui taca con passaggi orizzontali, bisogna andare dritto per arrivare in porta, il palleggio lo lasciamo agli avversari, a partire dai prossimi, contro un Bari che in questa categoria non c'entra nulla.Sono cambiato, non sono più quello di dieci anni fa. Ho distrutto una carriera con le mie mani, per il mio carattere, ma nessuno potrà mai togliermi la libertà di pensiero. Oggi sono diverso, perché sogno di dare una soddisfazione ai miei figli che pur dicendomi 'papà sei bravo' mi ricordano che alleno sempre in C".

Sezione: Primo Piano / Data: Mer 16 Ottobre 2019 alle 23:59
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print