Curcio è un tipico cognome picernese,il patron del Picerno si chiama Donato Curcio ed anche per questo lo stadio melandrino si chiama Curcio.Oggi però il Curcio beneventano del Catania e cioè Alessio ha fatto piangere il Picerno con l'ex Vicenza che al "Viviani" ha siglato una doppietta.Anche questo è calcio e questa singolare "cosa" ve la segnaliamo e la cosegniamo agli annali.

Ecco proprio le parole di Alessio Curcio, trequartista del Catania, che é intervenuto in conferenza stampa al termine del match vinto contro il Picerno; queste le sue parole: "Era fondamentale riuscire a ribaltare la partita perchè non siamo partiti bene, ma poi siamo stati bravi. Aspettavo da un po' questo giorno, gli ultimi periodi non sono stati felici. Falso nueve? In realtà il mister ha detto volevo provarmi in questa posizione, ma in passato lo avevo fatto. Non è stato semplicissimo ma è andata abbastanza bene. Io e Mazzarani per questa lotta play off? Siamo contenti di avere questa responsabilità, ma non solo noi due tutta la squadra. Se riusciamo a mantenere questa mentalità e cattiveria possiamo toglierci grosse soddisfazioni. La strada è quella giusta. Le condizioni extra campo? Posso rispondere in maniera personale. Sapevo dove stavo andando, ho scelto Catania per la piazza e per la sua storia. Le vicende societarie non mi prendono più di tanto, le lascio fuori dal campo. Il nostro obiettivo è giocare partita per partita e fare più punti possibili. Siamo concentrati su questo. Siamo artefici del nostro destino, il resto si vedrà".

Sezione: Primo Piano / Data: Mer 26 Febbraio 2020 alle 20:49 / Fonte: I Am Calcio Catania.
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print