E vai con il Tango...

 di Redazione TuttoPotenza Twitter:   articolo letto 525 volte
Fonte: Foto Tramutola.
E vai con il Tango...

Nato più di un secolo fa a dall’incontro di varie etnie e diverse culture provenienti da tutto il mondo. La parola “TANGO” era riferita ad un tipo di percussione usata dagli afro-americani intorno al 1820. Il ballo che, sebbene almeno in apparenza porti lo stesso nome, si diffuse sessant’anni dopo. In origine, gli strumenti musicali del Tango erano, infatti, il pianoforte, la chitarra e il flauto che, in combinazione con le diverse tradizioni musicali degli immigrati, produssero uno sviluppo della Milonga che si avvicinava alla forma di Tango, così come oggi lo conosciamo. La musica era per gli immigrati la possibilità di dimenticarsi le difficoltà del presente e di sognare un futuro migliore.Il Tango argentino a Potenza lo fa ballare Leandro Guaita che anche ieri ad Apricena ha fatto impazzire di gioia i tifosi rosso-blù con la sua pregevole rete che è valso il due a zero peri leoni.Guaita sta giocando uno scorcio di stagione eccellente e non si capisce come questo atleta fosse arrivato anche a non essere molto considerato in serie D visti i numeri che riesce sempre a tirare fuori dal suo cilindro.Quello che abbiamo visto, è stato un assaggio di tango argentino...con Leandro Guaita che non vuole smettere di stupire e vincere con il Potenza...Anche se non al top della forma a causa di un pestone ricevuto nel match contro il Francavilla Sul Sinni Guaita ad Apricena dopo un inizio stentato si è preso il proscenio con una sassata che ha chiuso le ostilità contro un San Severo che alla fine nulla ha potuto contro la prima della classe.