«Testa bassa e pedalare». Fabrizio Tirelli, durante la trasmissione di NpcTv Fuorigioco è intervenuto sul delicato momento che sta attraversando il Rieti, provando ad indicare la strada da percorrere per tentare di invertire la rotta.

MEZZ'ORA DI FOLLIA
«Personalmente a Caserta non ho avuto la possibilità di dare il mio sostegno in campo - asserisce l'ex capitano amarantoceleste - ma quella è stata, purtroppo, una gara condizionata da quella mezz'ora di follia che di fatto ha deciso la gara. Nell'arco della stagione può capitare di prendere una sbandata e l'unico modo per uscirne è quello di continuare a lavorare sodo ogni giorno, fare gruppo imparando dagli errori commessi».

DI NUOVO IN CAMPO
Domenica contro il Potenza, Tirelli tornerà a disposizione di Mariani, che la società ha deciso di riconfermare nonostante le dimissioni presentate ad inizio settimana. «Non vedo l'ora di scendere in campo - dice il centrocampista - perché in questi casi l'unico modo per cancellare le amarezze di una sconfitta è quello di tornare subito a giocare: il Potenza è una squadra in salute, la classifica parla chiaro, ma come diciamo sempre, le partite cominciano da zero a zero e sono sicuro che lotteremo su ogni pallone pur di uscire dal campo con un risultato positivo».

NO COMMENT
Tirelli ha preferito non affrontare il tema allenatore, ma si è semplicemente limitato a risaltare le doti e le qualità tecniche di una squadra che, a dispetto dello zero in classifica, ha le caratteristiche per tornare a sorridere. «Questo gruppo è un bel mix tra giovani ed esperti, chiaramente finora i risultati non ci hanno sorriso, ma credo che avendo un credito con la fortuna, prima o poi tutto si pareggerà. Crediamoci perché la stagione è ancora lunga».

Sezione: Primo Piano / Data: Gio 19 Settembre 2019 alle 20:40 / Fonte: Ilmessaggero.it
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print