Tutti possono sbagliare, basta poi rimediare. Nel precedente comunicato del Giudice Sportivo erano stati riportati dei fatti non coerenti con la realtà, ua svista capitata al Delegato di Lega per la gara Reggina-Monopoli che ha erroneamente attribuito un lancio di bottiglie alla tifoserie del Monopoli anzichè ai tifosi della Reggina. Prontamente in giornata è giunto un nuovo comunicato che fa chiarezza e ridetermina così le ammende alle due società.

Il Giudice Sportivo, con riferimento alla gara Reggina-Monopoli,
- preso atto del supplemento di rettifica del Delegato di Lega pervenuto in data odierna;
- rilevato che in detto supplemento il Delegato riferisce di aver erroneamente attribuito,nel rapporto compilato a fine gara, un episodio di lancio di bottiglie d’acqua alla tifoseria ospite anziché alla tifoseria locale;

delibera
- di rideterminare l’importo dell’ammenda comminata alla società Monopoli in € 500,00 e di riformulare la motivazione come segue “perché propri tesserati danneggiavano le strutture dello spogliatoio loro riservato (obbligo risarcimento danni, se richiesto, r.c.c.)”;
- di rideterminare l’importo dell’ammenda comminata alla società Reggina in € 2.500,00 e di riformulare la motivazione come segue “perché propri sostenitori, durante la gara, in due distinte occasioni lanciavano sul terreno di gioco, all’indirizzo dei calciatori e della panchina della squadra avversaria, numerose bottiglie semipiene d’acqua, senza colpire alcuno e senza conseguenze (r.proc.fed, r. c.c.)”.

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 14 Maggio 2019 alle 16:45 / Fonte: Lega Pro
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print