Siamo nel pieno dell’emergenza Coronavirus e ancora non si capisce se e quando i campionati possano essere ripresi. Rimanendo nel campo delle ipotesi, il presidente della Figc Gabriele Gravina, in una intervista rilasciata a ‘Il Giornale’, ha parlato sull’eventuale data per ripartire e sul format.

IPOTESI RITORNO IN CAMPO. “Noi abbiamo una stella polare, il Decreto ha fissato come primo provvisorio traguardo quello del 3 aprile. In gioco c’è la salute delle persone e la tenuta della comunità, il calcio deve attenersi alle norme. La data della presumibile ripresa? Potrebbe essere il 20 maggio, compatibilmente con il calendario internazionale. Vorrebbe dire che tutto si sarà risolto per il meglio“.

MISURE STRAORDINARIE. La proposta di Gravina di istituire playoff e playout per la Serie A non ha trovato consensi: “E’ stata una mia proposta, ma è stata bocciata. Ne ho preso atto, in questo momento non dobbiamo fare polemiche interne“. Sul taglio degli stipendi dei calciatori di cui si parla molto in questi giorni, il presidente della Figc afferma: “Stiamo vivendo una fase storica, un’emergenza mai affrontata prima. Abbiamo bisogno di provvedimenti che consentano la tenuta del sistema calcio e che rispondano ai criteri di solidarietà“. 

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 24 Marzo 2020 alle 19:50 / Fonte: calciofere.it
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print