Una sfida accesa, tre punti che servivano ad entrambe. Succede di tutto tra Fasano e Grumentum Val d'Agri. Vincono i padroni di casa 2-0, con due reti nel finale e non senza polemiche. Match nervoso, in cui lo spettacolo latita e il nervosismo prende il sopravvento. Nel secondo tempo succede di tutto. Il Grumentum resta in dieci per il doppio giallo ad Agresta, dopo meno di 10' dall'inizio della ripresa. Episodio che spezza le gambe a Catinali e compagni.  Il vantaggio arriva al 37’ su deviazione sfortunata di De Gol su tiro di Gonzalez.Il raddoppio è nell’aria ed arriva al 46’ con  Diaz. Cosi che succede l'imponderabile. Le proteste accese degli ospiti portano al rosso di Carrieri dalla panchina. Grumentum che a quel punto decide di non giocare più per protesta, con il direttore di gara (Daniele Giuseppe Cannata della sezione di Faenza) che decide di fischiare la fine con qualche minuto di anticipo.

Direzione di gara che non è andata giù al Grumentum, soprattutto per il rosso ad Agresti, ritenuto troppo eccessivo. Proteste anche in occasione del gol del raddoppio del Fasano, che sarebbe stato viziato da un iniziale fallo da rigore non fischiato in favore del Grumentum.

"Ci sentiamo penalizzati - ha commentato Edoardo Catinali, leader dei lucani -. Non siamo d'accordo con diverse decisioni del direttore di gara, ma non possiamo fare altro che accettarle. Meritiamo più rispetto". 

Sezione: Primo Piano / Data: Dom 15 Dicembre 2019 alle 19:52 / Fonte: tuttoseried.com
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print