Il Potenza non si ferma più...

 di Redazione TuttoPotenza Twitter:   articolo letto 707 volte
Fonte: Antonella Sabia per Controsenso/Foto Di Tommaso.
Il Potenza non si ferma più...

Con un gol per tempo, anche la pratica San Severo è stata archiviata dal Potenza con una vittoria, la undicesima. Grazie a França e Guaita, i rossoblù blindano il primo posto e il +6 sulle seconde, tutte vincenti nella giornata di ieri.

Non è un caso che il Potenza sia al primo posto, oltre ai numeri, infatti, possiede tutte le qualità della capolista. E sa di esserlo, gestisce le partite, gestisce il vantaggio, anche in una giornata non particolarmente brillante, quando di fronte hai un avversario indubbiamente inferiore, che non ha nulla da perdere. E infatti Giacomarro, alla sua quarta gara sulla panchina del San Severo, opta per un centrocampo folto (per contenere e pressare capitan Esposito) ai danni di Formuso che resta in panchina. 3 punti totali in classifica sono forse troppo pochi per la formazione pugliese che manca di qualcosa in fase offensiva, ma nonostante tutto ha saputo gestire la gara contro la prima, mantenendo l’equilibrio in gran parte del primo e del secondo tempo.

È quando incontri la qualità e l’estro di una calciatore come França, però, che ti rendi conto di avere qualcosa in più. Di punta, come si fa a calcetto, la mette nell’angolo basso e il portiere di casa non ci può far nulla. Il vantaggio al 39’ del primo tempo, fa respirare gli uomini di Ragno, che al rientro dagli spogliatoi sono più tranquilli e in ogni modo gestiscono il vantaggio. Giornata ventilata, che favorisce nel secondo tempo i padroni di casa che però più di tanto non impensieriscono Breza. Neanche il Potenza fa molto nella ripresa, fino al momento del raddoppio che porta la firma di Guaita. Grande intesa tra Coccia, Franca e Guaita che su una ripartenza si inventano una giocata di grande qualità, conclusa con un tiro eccezionale dell’argentino, alla sua seconda marcatura stagionale.

Dodici gare disputate, undicesima vittoria, tutto meno che facile. I tre punti conquistati al Madrepietra Stadium di Apricena sono pesantissimi, in una gara che si annunciava insidiosa. Sale a quota 39 il numero delle reti fatte, e sempre ferme a 5 quelle subite.