E' trascorso esattamente un anno dal'arrivo di mister Giuseppe Raffaele sulla panchina rossoblu, 08/10/2018 - 08/10/2019. Da quel lunedì il tecnico di Barcellona Pozzo di Gotto ha costruito pezzo dopo pezzo il suo Potenza plasmando una squadra non allestita da lui. Raffaele ha avuto il merito di prendere una squadra dalle ultime posizioni della classifica portandola a fine stagione alla quinta posizione con accesso ai playoff interrotti al Massimino di Catania con un pareggio. Il ruolino del tecnico rossoblu parla di 49 partite, 23 le vittorie ottenute, 18 i pareggi e sole otto le sconfitte sconfitte. Scendendo più nel dettaglio e analizzandole reti sono 64 i gol fatti e 36 subiti di cui solo due in questa stagione grazie al quale il Potenza risulta essere (insieme al Renate, nda) la miglior difesa di Italia e d'Europa (guardando ai campionati professionistici). Le 49 partite di mister Raffaele hanno fruttato in totale 87 punti per una media pari all'1,78%, una media di tutto rispetto. Andando a scomporre i dati e guardando alla Serie C 2019/2020 il Potenza nelle prime otto gare di campionato ha accumulato 17 punti per una media del 2,125%. Una media da sogno per un Potenza veramente da sogno ed il merito va non solo al mister che è stato bravo e abile a prendere in mano e per mano la squadra e di far giocare questo gruppo a calcio, forse (anche senza forse, nda), il miglior calcio del girone e dell'intera Serie C.

Domani per Raffaele arriverà la gara numero 50 e affronterà il Rende, la prima formazione che ha affrontato con il Potenza, un caso curioso che non può far che piacere.

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 8 Ottobre 2019 alle 21:30
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print