Buone nuove per i tifosi della Cavese, entro i primi mesi dell’anno prossimo la squadra potrebbe tornare a disputare gli incontri casalinghi sul campo dello Stadio Comunale “Simonetta Lamberti”.

A confermare la notizia è il consigliere comunale Luca Narbone, che ci ha riferito le ultime novità riguardo i lavori di adeguamento dell’impianto sportivo metelliano, nella stessa giornata in cui Enrico Bastolla, ex assessore comunale della Giunta Servalli e presidente dell’associazione Cava Civile, ha esternato pubblicamente le proprie preoccupazioni a mezzo stampa.Bastolla ha accusato l’Amministrazione comunale metelliana di non aver mantenuto il proposito di rendere agibile l’impianto di Via Mazzini nei tempi prestabiliti, dato che la gara d’appalto per l’innalzamento di nuove torri faro ancora non è stata espletata. “Un altro inganno per i supporters metelliani”, ha dichiarato Bastolla chiedendo un doveroso riscontro da parte dell’Amministrazione.

Il consigliere Narbone, che sta seguendo la vicenda, ha fatto il punto sui lavori di restyling dello stadio “Simonetta Lamberti”: “L’Amministrazione comunale ha mosso un passo importantissimo verso la restituzione del terreno di gioco casalingo alla Cavese poiché è nostro preminente interesse risolvere il problema stadio e gestire le criticità ad esso connesse”. “La notizia positiva è che proprio questo pomeriggio è stata accettata una temporanea soluzione alternativa per cercare di ottemperare alla problematica delle torri faro”.

In pratica, come ha spiegato Narbone, verranno aggiunte altre torri faro, prese a noleggio, a quelle già presenti. In tal modo, in attesa di dare inizio al progetto finanziato dal Credito Sportivo per un importo di 1 milione e 100 mila euro, la Cavese potrebbe tornare già da febbraio a disputare gli incontri casalinghi a Cava e non più a Castellammare.

“È evidente e capisco benissimo – ha continuato il consigliere Narbone – che chi non sa quanti e quali adempimenti comportino la realizzazione delle opere in corso, non comprende la ragione di questi ritardi. Contiamo di pubblicare il bando della gara d’appalto per le torri faro entro il mese di dicembre. Era stato precedentemente detto per novembre ma ci sono stati dei rallentamenti riguardo il progetto esecutivo, ora risolti”.

I progetti in cantiere, lo ricordiamo, sono due: il primo, per il quale è stato acceso un mutuo di 400 mila euro, riguarda adeguamenti strutturali di curva e distinti, e il montaggio dei sediolini nel settore dei distinti. Il secondo progetto interessa il montaggio di nuove torri faro e il montaggio dei sediolini nel settore della tribuna. Il primo progetto è stato aggiudicato e la ditta sta lavorando, anche se il cattivo tempo comporta un rallentamento dei lavori. Per il secondo, come ha spiegato Narbone bisognerà aspettare l’aggiudicazione della gara d’appalto per iniziare i lavori. Nel contempo, questa operazione tampone potrebbe riportare la squadra in città.“Comprendo l’ansia dei tifosi, che è anche la mia da tifoso e supporter della Cavese, di voler riabbracciare la propria squadra tra le mura amiche – ha infine dichiarato il consigliere Narbone – stiamo facendo del nostro meglio per esaudire questo loro legittimo desiderio”. 

Sezione: Primo Piano / Data: Sab 30 Novembre 2019 alle 20:53 / Fonte: ulisseonline.it
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print