La Cavese crolla... e polemizza con il Cerignola...

11.02.2018 18:11 di Redazione TuttoPotenza Twitter:   articolo letto 1579 volte
Fonte: Zerottonove.it
© foto di Luigi Gasia/TuttoLegaPro.com
La Cavese crolla... e polemizza con il Cerignola...

La Cavese di Dino Bitetto crolla letteralmente nel secondo tempo e perde 2-1 in casa contro l’Audace Cerignola. Nel silenzio del Simonetta Lamberti, squalificato dopo i fatti di Sarno, decidono le reti di Morra e Longo che ribaltano il vantaggio di Martiniello. I sogni di gloria degli aquilotti, vanno così sfumando lentamente, data l’ennesima vittoria del Potenza (3-1 contro la Frattese).

Il tecnico Bitetto perde Carotenuto nella rifinitura e, rispetto a Sarno, schiera Frezzi a destra. Dall’altra parte, Grimaldi (squalificato e in tribuna, mentre in panchina siede Silvestri) si affida a Longo unica punta.

La partita inizia subito con un brivido per gli aquilotti. Al 10′, Fabbro pasticcia e Russo calcia in area di rigore, ma è super l’intervento di Bisogno a salvare il risultato. La Cavese prende coraggio e va più volte alla conclusione. Al 30′ trova anche il vantaggio ma Girardi è in fuorigioco.

L’1-0 è rimandato di poco perché al 38′, su corner di Manzo, Martiniello trova il tredicesimo centro stagionale e porta in vantaggio la Cavese. Il tempo si chiude con una pessima notizia per Bitetto: Lamè si lussa la spalla dopo un contrasto ed è costretto ad abbandonare il campo. Il mister inserisce Gorzegno ed è costretto a togliere anche Massimo per inserire l’under Logoluso.

Nella ripresa cambia totalmente lo scenario: la Cavese praticamente non fa nulla e ne approfitta il Cerignola. Al 62′ arriva il pareggio dei pugliesi: lancio dalle retrovie per Morra (entrato 5 minuti prima), Bisogno esce a metà strada e il numero 7 lo beffa con un pallonetto morbido.

La Cavese è scossa e non riesce a reagire. Qualche timido tentativo ma per Maraolo non ci sono grossi problemi. Anzi, il Cerignola, in contropiede, raddoppia e ribalta il match. Ancora un lancio dalle retrovie a scavalcare la difesa, Longo aggancia il pallone in maniera spettacolare, scappa via e davanti a Bisogno (ancora incerto) lo supera con lo scavetto.

Da lì, la Cavese attacca in maniera confusionaria (dentro Oggiano, Tripoli e De Angelis) ma non riesce a sfondare. L’arbitro da 7 minuti di recupero (4 più 3 aggiuntivi per perdite di tempo e infortuni vari): Morra si fa espellere per qualche parola di troppo verso il direttore di gara. Nell’ultimo tentativo, Oggiano insacca ma l’assistente sbandiera fuorigioco e l’arbitro fischia la fine del match.

Il ko è di quelli dolorosi e nel finale Marruocco e Di Bari vengono espulsi per reciproche scorrettezze. Finale pieno di tensione con alcuni battibecchi sia sul campo, che sugli spalti. Ma le note negative in questa giornata nera per la Cavese non sono finite. C’è da registrare anche l’ottava ammonizione per Manzo, che vale la squalifica per la prossima giornata.

TABELLINO CAVESE-AUDACE CERIGNOLA 1-2

CAVESE (3-4-1-2): Bisogno; Lamé (42’ Logoluso), D’Alterio, Fabbro (81’ Tripoli); Frezzi, Massimo (42’ Gorzegno), Manzo, Garofalo; Fella (78’ Oggiano); Girardi, Martiniello (87’ De Angelis). All. Bitetto

A disp.: Marruocco, Marino, Mincio

one, Favasuli.

AUDACE CERIGNOLA (4-2-3-1): Maraolo; Cappellari, Di Bari (87’ Allegrini), Ciano, Donnarumma (57’ Russo L.); Russo S. (57’ Morra), Moro, Carannante; Loiodice; Louzada (66’ Maiorano), Longo. All. Silvestri

A disp.: Abagnale, Ngom, Matere, Cianci.

MARCATORI: 38’ Martiniello, 62’ Morra (A), 74’ Longo (A)

ARBITRO: Sig. Michele Giordano di Novara

AMMONITI: Ciano (A), Gorzegno, Manzo, Fabbro

ESPULSI: Morra (A)

NOTE: Gara disputata a porte chiuse. Recupero: 2’ pt, 7’ st. A fine partita, espulsi Di Bari (A) e Marruocco per aver provocato una rissa dopo il triplice fischio dell’arbitro.