La Top 11 del 18° turno.

 di Redazione TuttoPotenza Twitter:   articolo letto 321 volte
Fonte: blunote.it
Foto Coviello.
Foto Coviello.

TOP 11

PORTIERE

Figliola (Sporting Fulgor Molfetta) Evita alla sua squadra un passivo peggiore, sventando anche un tiro dagli 11 metri.

 

DIFESA

Tommasini (San Severo) Pattuglia l' out di destra con attenzione certosina, proponendosi anche per sovrapposizioni offensive.

Martone (Gragnano) Vecchio bucaniere dell' area di rigore (classe 1983) dirige le operazioni con personalità ed esperienza.

Di Bari (Cerignola) Sblocca il derby con lo Sporting Fulgor Molfetta, incornando alla perfezione su assist di Loiodice. 

Imbriola (Picerno) Bravo soprattutto negli anticipi; e non si tira indietro anche quando c'è da battagliare nel gioco aereo.

 

CENTROCAMPO

Guaita (Potenza) Tra i migliori in campo: un gol, percussioni trancianti, ripartenze al fulmicotone. Cosa volere di più?

Cimino (Francavilla in Sinni) Salva sulla linea di porta la conclusione a colpo sicuro del nero-stellato De Crescenzo.

Manzo (Cavese) Gran protagonista del big-match di Potenza: mette lo zampino sul primo gol metelliano e poi sigla personalmente il raddoppio.

Balzano (Gravina) Apre il pirotecnico 2 a 2 di Pomigliano con un siluro che si infila inesorabilmente all' incrocio.

 

ATTACCO

Favetta (Taranto) Risolve subito la sfida contro l' Aversa Normanna, con una micidiale doppietta nel giro di cinque minuti.

Liccardi (Turris) In piena zona Cesarini trasforma un penalty pesantissimo (e contestatissimo dal Manfredonia).

 

All. Grimaldi (Cerignola) Altri due punti rosicchiati alla capolista Potenza: la vetta, ora, è distante solo una lunghezza.