Nel giorno dell'Immacolata, il Taranto dirama un comunicato a firma Massimo Giove:

"La scorsa settimana, in seguito alla deludente prestazione della gara contro il Fasano, in qualità di Presidente del Taranto Calcio, rassegnavo le mie dimissioni poiché non mi identificavo nelle prestazioni della squadra.
L'obiettivo era smuovere lo spogliatoio al fine di stimolare l'orgoglio dei ragazzi, con la speranza di ottenere la loro auspicabile, quanto indispensabile reazione.
Il mio, inoltre, era ed è il tentativo di ricompattare un ambiente che si sta sempre di piu deteriorando.
Ho sempre sostenuto che il Taranto non può privarsi del caloroso incitamento dei propri tifosi.

La sconfitta di ieri con la Nocerina, maturata a seguito di una ennesima prestazione al di sotto delle aspettative, e considerata la criticità del momento, mi impongono di riprendere le mie funzioni totali nel tentativo di ristabilire e stimolare una situazione divenuta, nelle ultime settimane, oltremodo delicata.
Il campionato è ancora tutto da giocare ed in me non si è sopita la volontà di approdare alla categoria professionistica superiore.
A conferma, comunico che nella serata di venerdi ho provveduto a far tesserare un nuovo attaccante, Actis Goretta, ex cannoniere del Rende, che da martedi prossimo si metterà a disposizione del nostro allenatore Gigi Panarelli.
Inoltre, non ho trascurato la struttura societaria, ritenendo opportuno che al nostro organigramma è indispensabile apportare alcuni cambiamenti tra i quali la nomina un nuovo Direttore Sportivo idoneo al nostro Club che nel corso della prossima settimana spero di poter ufficializzare.
Al nuovo DS conferirò mandato con ampi poteri, relativamente alla gestione tecnico-sportiva.
Non escludo, altresì, interventi sulla rosa attuale perchè chi indossa la maglia del Taranto deve dimostrare attaccamento ai colori sociali e carattere spartano nel rispetto della nostra città e di tutti i nostri appassionati tifosi.
Concludo rivolgendomi proprio a questi ultimi, una tifoseria che ci è invidiata su tutto il territorio nazionale, il cui sostegno occorre Per superare questo momento particolarmente difficile.
Sono il primo tifoso ad essere amareggiato per gli scarsi risultati ottenuti in questa prima parte di campionato, e proprio per questo mi impegno su più fronti per dotare il club della struttura societaria piu idonea a conseguire i migliori risultati possibili.
Lavoro in questo senso animato dalla passione per i nostri colori che ho sempre custodito nel mio cuore.
Accetto e faccio tesoro di tutte le critiche, costruttive e non, e combatterò sempre e con ogni forza contro chi si muove solo con l'intento di distruggere e calpestare i colori Rossoblu.
Da primo tifoso chiedo collaborazione e comprensione perchè solo unendo le nostre forze possiamo ottenere i risultati che ci competono.
Ricominciamo il nostro commino e la nostra battaglia già dalla prossima gara casalinga contro il Cerignola.
Approfitto per augurare una Buona Immacolata a tutta la cittadinanza tarantina e a tutti i tifosi Rossoblu."

Sezione: Primo Piano / Data: Dom 8 Dicembre 2019 alle 20:23 / Fonte: mondorossoblù.it
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print