Per il Picerno è già tempo di fare festa...

14.04.2019 19:48 di Redazione TuttoPotenza Twitter:    Vedi letture
Fonte: Ilrestodelcalcio.com
Per il Picerno è già tempo di fare festa...

Allo stadio Italia in campo la 31ª giornata del campionato di Serie D girone H, i padroni di casa del Sorrento ospitano la capolista AZ Picerno. I rossoneri sono in serie positiva da sette gare, mentre i lucani in caso di vittoria festeggerebbero la promozione aritmetica in Serie C.Sulla via del ritorno la squadra si è ritrovata sull'area di servizio di Pontecagnano insieme a tanti tifosi melandrini di ritorno da Sorrento con la festa che non poteva che iniziare fin da subito...

VANTAGGIO LAMPO DELLA CAPOLISTA

Inizio veemente del Picerno a Sorrento che dopo soli 120” passano in vantaggio con Santaniello, in contropiede l’attaccante rossoblu scappa via e dinanzi a Munao non sbaglia. Il gol stordisce i locali che poco dopo rischiano di capitolare nuovamente, al 12′ infatti Ligorio centra un clamoroso palo. In precedenza su assist di Guarro sfiora il pari De Angelis, che arriva con un attimo di ritardo sul pallone.

PORTIERI PROTAGONISTI, RIGORE FALLITO DA…

Al 14′ Picerno vicino al raddoppio, conclusione a colpo sicuro di Langone ma l’estremo difensore rossonero è prodigioso ed evita un gol certo. Spingono i costieri alla ricerca del pari, nessuna occasione da segnalare per circa 20′ poi l’episodio decisivo. Al 37′ il direttore di gara decreta il calcio di rigore in favore del Sorrento, dal dischetto Herrera si lascia ipnotizzare da Coletta che permette ai suoi di conservare il vantaggio. Nel finale di frazione ancora i locali pericolosi in due circostanze, prima Vitale sul secondo palo vanifica un bel cross di Bozzaotre calciando fuori, poi Herrera dalla distanza scalda i guanti di Coletta.

SORRENTO A TESTA ALTA

Nella ripresa parte meglio il Sorrento, al 51′ Herrera di presenta dinanzi a Coletta ma è ancora l’estremo difensore rossoblu ad avere la meglio. Girandola di cambi poi due tentativi dei rossoneri con De Angelis, prima il portiere e poi la difesa ospite mantengono inviolata la porta. Nel finale doppia chance, prima Bozzaotre e poi Gargiulo sfiorano il gol, palla fuori per una questione di centimetri. Termina dunque uno a zero la sfida dell’Italia, al Picerno basta un punto per festeggiare la promozione in C mentre per i rossoneri arriva uno stop a testa alta dopo sette utili di fila