In un post apparso sulla pagina Facebook dell'ex presidente della Provincia di Potenza Piero Lacorazza ecco che il politico di origine montemurrese dice la sua sia sulla possibilità di vedere nascere la Facoltà di Medicina nel capoluogo di regione ma anche di un possibile nuovo stadio ...ecco il Lacorazza pensiero sullo stadio: "Per lo stadio - mi si consentirà e con estremo rispetto per i tifosi e per chi ha investito in questi anni - non è in gioco il futuro del calcio a Potenza. Qui ci sta più di un dubbio sull'approccio del presidente Caiata. Il tema non è il futuro del calcio a Potenza ma un'ulteriore trasformazione "organizzativa" della Città. Ciò a cui si destina l'area ex Cip Zoo non è una delocalizzazione dello stadio ma un processo di nuovo, diverso assetto urbanistico di Potenza. Da Presidente della Provincia immaginavo la costruzione di tutte le scuole con l'idea di destinare quell'area ai giovani, una generazione a cui manca un punto di aggregazione, sociale e culturale!
C'era la proposta del consorzio "Il Ponte" guidato da Mario Vasta per destinare l'area ad attività produttive ed artigianali.
Poi è arrivata l'idea del "Parco"(circa 12mila firme a sostegno), l'indirizzo dato dal Consiglio comunale e il dibattito che ho portato in Consiglio regionale anche in occasione di un finanziamento per l'adeguamento dello stadio Viviani.
Tornerò con puntualità su questa storia; si mescolano tante vicende, anche serie ed interessanti ma colorate con il pennello della politica che non si risparmia nel dipingere un quadro di interessi, tatticismi e furbizie.
Nei prossimi mesi la Città deve scegliere il suo futuro. La comunità deve trovare luoghi per discutere e partecipare poiché non può bastare una maggioranza politica che ha vinto di "misura" la guida amministrativa di Potenza. E forse le posizioni di tanti cittadini che hanno votato il Sindaco Mario Guarente non lo hanno fatto affidandogli una delega in bianco."

Sezione: Primo Piano / Data: Dom 12 Gennaio 2020 alle 19:20 / Fonte: Piero Lacorazza.
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print