Serie D girone H: La situazione delle 4 lucane a 270' dalla fine.

 di Manuel Scalese Twitter:   articolo letto 546 volte
Serie D girone H: La situazione delle 4 lucane a 270' dalla fine.

Dopo il turno infrasettimanale del giovedì santo alla luce delle festività pasquali è tempo di bilanci per le quattro lucane impegnate nel girone H di serie D, distanti soltanto 270 minuti dagli inappellabili verdetti stagionali. Mancano soltanto tre gare, con soltanto nove punti a disposizione per le squadre impegnate nei rispettivi obiettivi. 

PICERNO - Chi naviga in acque tranquille ormai da tempo è il Picerno che con il pari di Potenza sale a quota 43 punti, subito a ridosso dall’ormai irraggiungibile zona playoff e più che distante dai playout. La formazione di mister Arleo ha messo al sicuro la salvezza con l’incredibile striscia di cinque successi consecutivi inanellati nel mese di marzo, con i malandrini che nel girone di ritorno hanno racimolato fin qui 23 punti con 19 reti realizzate e 12 subite. Numeri che possono ancora essere aggiornati col Picerno atteso da due gare in casa ed una in trasferta. Il prossimo avversario sarà l’Herculaneum che farà capolino al Curcio il 23 aprile, poi la Leonessa della Lucania atterrerà nella città aeroportuale per sfidare il Ciampino e chiudere il 7 maggio in casa contro un’altra laziale l’Anzio.

POTENZA - Il Potenza segue in classifica il Picerno distanziato 4 punti a quota 39 in graduatoria. Ma la salvezza per i rossoblu potentini non è ancora in cassaforte anche se ormai ad un passo. I ragazzi di mister Biagioni hanno centrato 19 punti nel girone di ritorno realizzando 14 gol e subendone 13, con la striscia di risultati utili consecutivi ancora aperta e che al momento ha raggiunto quota sette con il pari del Viviani contro i melandrini. Lo spauracchio del girone si chiama Madrepietra, col Potenza chiamato nelle ultime tre apparizioni stagionali a mantenere gli attuali nove punti di distanza dai pugliesi. Calendario non semplice per i rossoblu che dovranno affrontare due gare esterne ed una casalinga. Nell’ordine si riprenderà a Nardò il 23 aprile, per poi affrontare al Viviani il Gravina e concludere il tutto nel Cilento contro la Gelbison.

FRANCAVILLA - Appaiato al Potenza a quota 39 c’è proprio il Francavilla di mister Ranko Lazic reduce dallo 0-0 contro il Madrepietra, col match del Fittipaldi attenzionato da tutte le concorrenti in lotta per la salvezza. L’obiettivo dei rossoblu sinnici è identico a quello dei potentini, vale a dire mantenere intatto il gap dal Madrepietra. Davvero scarno il bottino racimolato nel girone di ritorno dagli uomini di patron Cupparo che avevano chiuso al giro di boa a quota 25 punti. Sono 14 invece quelli realizzati nella seconda tornata di gare con 15 reti realizzate e ben 20 subite. Francavilla che, come il Potenza, dovrà affrontare degli impegni non semplici con due gare da svolgere lontane dalle mura amiche e una da disputare al Fittipaldi. Si partirà con il derby del Corona contro la Vultur del 23 aprile, per poi salutare il proprio pubblico contro la Gelbison nell'ultima uscita casalinga mentre contro il Nardò si chiuderà una stagione a dir poco sotto le aspettative. 

VULTUR - Quella più attardata delle lucane e che vive una situazione non di certo serena è la Vultur, ritornata dopo quasi un quarto di secolo nei dilettanti. La formazione del Pampa Sosa è reduce dal poker subito al Ricciardelli contro il San Severo in uno scontro diretto per la salvezza, che ha permesso ai dauni di scavalcare in classifica proprio i bianconeri, relegandoli, ora come ora, alla disputa dei playout. Si perché se il campionato finisse oggi la Vultur disputerebbe gli spareggi per la salvezza contro il Madrepietra visti i soli sei punti di distanza tra le compagini, mentre ce ne vogliono almeno 8 per esorcizzare gli scontri post season. La Vultur ha chiuso a quota 19 il girone di andata, mentre sono stati 17 i punti raccolti nel girone di ritorno, con la differenza reti in assoluta parità visti i 18 gol realizzati e gli altrettanti subiti. Compito dei bianconeri di patron Dipierri è quello di allungare la forbice di punti che li separa dalla formazione pugliese, con la consolazione data dalle due gare da disputare al Corona. Come anticipato infatti il 23 aprile arriverà tra le mura amiche il Francavilla, per poi far visita all’Anzio e chiudere di nuovo a Rionero contro l’Herculaneum.