La Reggina guida ancora con solidità la classifica del Girone C dopo quattordici giornate. Per gli amaranto ancora una vittora, 2-0 sulla Casertana. Tengono il ritmo la Ternana, 2-0 alla Paganese, il Monopoli, 1-0 sulla Viterbese, il Bari, che vince 0-3 a Bisceglie, e il Potenza, 0-2 ad Avellino. Il Picerno torna al successo e ferma la corsa del Teramo, battuto per 3-1. Vince anche il Catania, 2-1 sulla Sicula Leonzio. Pareggio scoppiettante tra Cavese e Catanzaro, 2-2 il finale. Virtus Francavilla e Rende si dividono la posta per 1-1. La Vibonese travolge il Rieti per 5-1. 

Vediamo chi sono stati i migliori della quattordicesima giornata del Girone C: 

PORTIERE

Diamante Crispino (Casertana): i rossoblu perdono a Reggio Calabria ed è strano sottolineare la prova di un portiere che incassa due reti. Ma Crispino ne evita almeno altrettanti ed è incolpevole su quelli subiti. 

DIFENSORI

Nebil Caidi (Picerno): un'ottima gara corale per i lucani, nella quale brillano in tanti. L'esperto difensore si distingue per concentrazione e pulizia degli interventi, oltre che per la costante grinta. 

Emanuele Suagher (Ternana): concretezza e qualità. Non concede praticamente nulla agli attaccanti della Paganese e anzi per poco non trova la rete, negatagli da Baiocco. 

Marco Rossi (Reggina): nel calcio champagne degli amaranto, dove sono gli attaccanti a prendersi le copertine, non si può non mettere in evidenza la gara di Rossi contro la Casertana. Insuperabile per tutto il match. 

CENTROCAMPISTI

Arensi Rota (Monopoli): l'uomo di fascia biancoverde contro la Viterbese è il solito treno. Scava un solco, con una costante proiezione offensiva e al contempo un'attentissima fase di copertura. 

Andrea Mazzarani (Catania): una delle mosse vincenti di mister Lucarelli contro la Sicula. Entra e spacca in due il match, con il gol del pareggio e la sua qualità di categoria superiore. 

Michele Collocolo (Rende): una gran bella partita per il giovane centrocampista biancorosso che con il primo gol tra i professionisti contribuisce al pareggio di Francavilla. 

Alessandro Favalli (Catanzaro): qualità e quantità sulla corsia di sinistra per i giallorossi. Suo l'assist vincente per Nicastro nel primo tempo del match con la Cavese. 

ATTACCANTI

Mirco Antenucci (Bari): il trascinatore del derby di Bisceglie. Ancora un gol dal dischetto, poi la doppietta su azione. Sale a quota undici reti in campionato, non ci si poteva aspettare di meno da lui. 

Domenico Germinale (Cavese): non solo la rete sul calcio di rigore che, fino a ridosso del triplice fischio, stava per regalare la vittoria ai campani. Tanta grinta e qualità, risultando sempre protagonista della manovra. 

Michele Emmausso (Vibonese): tre reti in una settimana, mica male per l'attaccante rossoblù, il migliore nella festa del "Razza". Entra, segna la doppietta che indirizza il match e regala a Prezioso l'assist per il pokerissimo. 

ALLENATORE

Giuseppe Leonetti (Potenza): ci concediamo una licenza per quanto riguarda il tecnico da premiare per questo turno. Ce ne sarebbero potuti essere tanti e in fondo non valeva la pena fare un torto a nessuno. Ci sembrava giusto invece sottolineare l'esordio vincente di Giuseppe Leonetti, 32 anni a breve, vice allenatore di mister Raffaele del Potenza, in tribuna per squalifica. Una gara complicata quella di Avellino, dove il Potenza ha retto l'urto iniziale e con cinismo ha approfittato degli errori biancoverdi nel primo tempo e mantenuto salda la linea nella ripresa. La genuina esultanza in occasione dei gol e al triplice fischio, quasi come un tifoso, ne ha tradito l'emozione per questa "prima", sicuramente da ricordare. 

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 12 Novembre 2019 alle 09:47 / Fonte: TuttoC
Autore: Redazione TTP / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print