Si è chiusa sul risultato di 0-1 la sfida tra Teramo e Potenza, giocata alle 18,30 allo stadio “Gaetano Bonolis” e valevole per la 28^ giornata del Girone C. Per questa sfida molto importante in chiave playoff, mister Di Mascio conferma il 4-3-1-2 già utilizzato nella gara vinta a Rieti, ma cambia qualche elemento nell'undici iniziale. Niente turnover, invece, per Raffaele, che conferma gli undici che hanno vinto 3-1 a Viterbo. Passano 5 minuti ed arriva la prima emozione del match: tiro-cross di Cappa dalla destra con il sinistro, la palla sorprende Ioime e si stampa sulla traversa prima di tornare in campo. Il primo tempo è molto gradevole e giocato su buoni ritmi, ai punti forse l'avrebbe vinto il Teramo ma al 46' si va al riposo sullo 0-0. Ad inizio ripresa, precisamente al 58', il Teramo colpisce il secondo legno della partita con una conclusione volante di Magnaghi su centro di Bombagi. Passano sei minuti ed il Potenza passa in vantaggio: lungo lancio di Dettori, Murano sfida Cristini e lo brucia in velocità prima di superare Tomei con un pregevole tocco sotto. Il gol spegne per qualche minuto il Teramo, che riprende vigore nei minuti finali in cui però il Potenza resiste agli assalti biancorossi. Grazie a questa vittoria la squadra di Raffaele sale a 52 punti, Teramo fermo a 40. Ecco top e flop della gara appena conclusa:

TOP:

La partita del Teramo: la squadra di Di Mascio, con quattro '99 in campo (Santoro, Cappa, Piacentini, Viero) gioca una partita molto propositiva contro una squadra ostica da affrontare come il Potenza. Manca solo il gol per questione di centimetri o per la bravura del portiere avversario. RITROVATI

Jacopo Murano (Potenza): il suo gol è un mix di forza fisica (lo scatto con cui lascia sul posto Cristini) e tecnica (il lob con il quale scavalca Tomei). Se a questo aggiungiamo anche il lancio millimetrico del neo entrato Dettori, è facile capire come questa rete si candidi prepotentemente ad essere una delle più belle della giornata. LAMPO

FLOP:

La sfortuna del Teramo: la squadra di Di Mascio, come detto, ha colpito due legni. A parte questo, a tagliare le gambe ai padroni di casa, è stata la rete subita nel momento in cui i biancorossi stavano producendo il massimo sforzo per trovare il gol del vantaggio, che non è arrivato solo per la traversa colpita da Magnaghi ed un paio di interventi decisivi di Ioime. SERATA NO

Nessuno nel Potenza: prestazione di grande cuore e sacrificio per i rossoblu, contro una squadra in ripresa e su un campo difficile come il “Bonolis”. La squadra di Raffaele stringe i denti, soffre e colpisce al momento giusto, trovando la seconda vittoria esterna consecutiva dopo quella di Viterbo. Ora si punta al tris in casa contro il Catanzaro. SPIETATI

Sezione: Primo Piano / Data: Mer 26 Febbraio 2020 alle 21:01
Autore: Redazione TTP / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print