Serve mantenere i nervi saldi.Serve mantenere la calma e non cadere nelle provocazioni.Con la Cavese e con la Reggina i post match del "Viviani" sono stati caldi e domenica sera un trenino di strambelliana memoria guidato dal reggino-barese Bellomo ha innervosito il Potenza che nella gazzarra ha perso l'espulso Emerson che salterà il match di Avellino.Il trenino della Reggina è deragliato sul nascere con questo modo di esultare tipico dei calciatori baresi dato che anni fa furono Protti ,Tovalieri e Guerrero in maglia bianco-rossa ad esultare cosi' dopo i goal.A far infuriare i lucani però non è stata solo la storica esultanza made in Bari, ma anche, e soprattutto, il gesto di mostrare provocatoriamente le orecchie (tipico gesto per invitare il pubblico a continuare fischi o contestazioni) e il modo con cui si è festeggiato il gol.Adesso stop alle polemiche.Si guarda avanti sperando che a Reggio Calabria domani in quel del "Granillo" non partano altri trenini.

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 5 Novembre 2019 alle 23:04
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print