Da anni una delle note di demerito principali del capoluogo potentino è il sonno in cui sembra essere piombato il centro storico. In ogni città, il centro storico ha sempre rappresentato il maggior punto di ritrovo per le persone, il cuore pulsante della vita di una comunità. A Potenza, purtroppo, notiamo un sempre più costante affievolirsi della vitalità del centro. La secolare via Pretoria è divenuta ormai una "via fantasma", sempre meno popolata e sempre più silenziosa, le attività continuano a chiudere e a decentrarsi, facendo perdere al centro storico potentino anche la caratteristica di "centro commerciale" a cielo aperto. Ma qualcosa sta cambiando. Da giorni per le strade e sulle piattaforme social non si parla d'altro. Chi sono questi ragazzi che armati di cartoni si immortalano nei luoghi principali della città? Chi sono questi ragazzi che muniti solo di passione, amore e senso d'appartenenza cercano di risollevare le sorti del centro storico? Cos'è C'ENTRACI?

In esclusiva, siamo riusciti ad intervistare un gruppo di rappresentanti dell'associazione per presentare, dopo tanta attesa, i progetti e le modalità degli eventi proposti.

Attraverso le pagine social siete stati in grado di suscitare grandi aspettative e curiosità per quest'associazione. La vostra forte comunicazione giovanile e il giusto condimento di mistero ha portato a parlare di voi in pochissimo tempo. Ma nel concreto, cos'è "C'entraci"? Quali obiettivi si pone?

"C'entraci" è un'associazione no-profit nata da giovani, da opinioni e da voglia di valorizzare ciò che ci circonda costantemente, iniziando dal cuore della città, il centro storico. Il nostro obiettivo è quello di promuovere eventi culturali, sociali, formativi e ricreativi per dare maggiore rilevanza ad ogni angolo della nostra città, creando aggregazione e abbracciando l'intera popolazione, nessuno escluso!

Facendo un passo indietro, come nasce "C'entraci"?

"C'entraci" nasce dall'unione di una decina di amici, ognuno con idee e considerazioni differenti, ma con un'esigenza di base comune: mettersi in gioco costantemente per rendere viva la città, sfruttare tutto ciò che Potenza ha da offrire, e creare una comunità in cui ogni persona si possa sentire inclusa e parte attiva. Noi giovani veniamo sempre definiti come il futuro e il cambiamento, ma un cambiamento senza impegno non è auspicabile. Eccoci, siamo pronti ad impegnarci per il bene della città!

Gli obiettivi sono chiari e condivisibile. È sempre bello vedere un gruppo di giovani mossi da questo spirito di iniziativa. Ma parliamo adesso delle modalità. Come avete intenzione di strutturare la vostra attività?

Inizieremo a muoverci attraverso una serie di attività che possano rendere vivo il centro storico dalla mattina fino alla sera. Non ci limiteremo a una singola tipologia d'attività, ma cercheremo di abbracciare i vari ambiti della libera espressione. Musica, arte, presentazione di libri, conferenze culturali, tutto ciò che potrà fare aggregazione nel centro storico e a Potenza sarà parte della nostra attività. Ci muoveremo anche per la riqualificazione delle zone del centro, troppo spesso e sempre più frequentemente dimenticate e degradate.

Ci teniamo a sottolineare che la nostra attività non si esaurirà con un singolo evento, ma sarà un progetto continuativo che nascerà quest'estate e continuerà per tutto l'anno. Siamo aperti a tutto e a tutti, chiunque avesse voglia di abbracciare la nostra iniziativa è il benvenuto.

State cercando grandi aspettative, la curiosità è tanta e la frenesia è palpabile. Avete già in programma un evento? Potete anticiparci qualcosa?

Possiamo ufficialmente dirvi che il primo evento di "C'entraci" sarà il 13 Luglio. L'evento si intitolerà "Nota il centro", ci stiamo lavorando da settimane e sta andando tutto a gonfie vele. Non vogliamo anticiparvi altro, vogliamo lasciare alta l'asticella della curiosità. Vi invitiamo a continuare a seguirci sulle nostre pagine social, ne vedrete delle belle!

CERCACI, C'ENTRACI!

Sezione: Succede in città... / Data: Mer 19 Giugno 2019 alle 20:23
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print