A2 maschile - Geosat Geovertical Lagonegro - Pag Taviano: 1-3

 di Salvatore Colucci  articolo letto 122 volte
Fonte: Ufficio stampa Rinascita Volley Lagonegro
A2 maschile - Geosat Geovertical Lagonegro - Pag Taviano: 1-3

Geosat Geovertical Lagonegro - Pag Taviano: 1-3
 
Pag Taviano: Percoco, Avelli, Musardo 3, Beltrami, Astarita 17, Torsello 4, Bigarelli 24, Ruiz 25, Mariella 6, Smiriglia 3, Bruno, Piedapalumbo. All. Lichelli.
 
Geosat Geovertical Lagonegro: Kindgard 2 , Milushev 17, Boscaini 6, Fabi 5, Hodges 10, Giosa 2, Fortunato, Amouah 1, Maiorana 2, Copelli, Leone, Porcelli, Ribezzo. All. Falabella
 
NOTE: Lagonegro Muri 6, ace 1, errori in battuta 4, 39% in attacco ,in ricezione (37%) 47 %;
Muri 12 , ace6, errori in battuta 22, 53 % in attacco, in ricezione (18%) 41 %.
Durata set: 25’, 31’, 33’, 37’ H 206’
Arbitri: Grassia Luca Mongillo Davide
18-25, 18-25, 18-25, 25-23
500 spettatori circa
 
Inizio equilibrato, fino al 7-6 quando gli ospiti iniziano a guadagnare terreno e dopo poco si arriva sul 11-15. Giosa e compagni non riescono fermare il gioco ospite e a condurre il set è sempre il Taviano che con Astarita riesce a totalizzare 7 punti con un percentuale del 57 % in attacco accompagnato da Ruiz che ha un attacco che supera il 70% con 5 punti messe a terra. Troppo basse le percentuali invece nell’area biancorossa, con il 33% in ricezione e il 41% in attacco.
Secondo set iniziano a carburare i lagonegresi che si portano sul 5-3 e seppur subiscono il break e i pugliesi si riportano in vantaggio, la conduzione ritorna nuovamente nelle mani biancorosse. Questa volta a salire in cattedra è l’australiano che entra al posto di Boscaini. Sul servizio di Kindgard la Geosat Geovertical così ingrana la marcia e si arriva sul 13-7 con il capitano che fa la sua parte. La conduzione è sempre biancorossa e il distacco resta invariato. Così il finale è lagonegrese e le distanze tra i set si accorciano.
Nel terzo inizia praticamente un’atra gara, con la luce che si spegne completamente in campo locale e gli ospiti riescono a imporsi con un parziale di 2-8. Il distacco è troppo evidente e si arriva sul 9-13 e non c’è mai una distanza minima da poter essere colmata dai biancorossi. Il set è  completamente nella mani degli ospiti che ora sono nuovamente in vantaggio.
Quarto set inizia con maggiore equilibrio: si procede punto a punto; il primo tentativo di allungo è degli ospiti sul 10-13. Ma poi Boscaini ci pensa a riportare la parità sul 14 punto. Nuovamente a +2 la formazione di casa riesce a farsi agganciare sul 16mo punto. Anche la fase centrale del set procede di punto in punto ma poi alla prima occasione il Taviano riesce a porre le distanze seppur minime 23-20. Così il finale segna ancora una volta una sconfitta pesante per i padroni di casa. “Dispiace per un’altra sconfitta- commenta un rammaricato Boscaini- questa sera forse risentivamo sul piano fisico e non siamo riusciti a fare il nostro gioco. C’è poco da prendere ma sabato abbiamo già un’occasione per rifarci davanti il nostro pubblico”.