Si ferma a nove la striscia di risultati consecutivi del Potenza nel Campionato di Serie C 2019/2020, i ragazzi di mister Giuseppe Raffaele trovano la seconda sconfitta stagionale interrompendo anche la serie di clean sheet che avevano proiettato i rossoblu tra le migliori difese europee.

Si chiude con un rotondo 3.0 la trasferta di Monopoli che ha visto la presenza di ben 500 tifosi (la copertina è per loro, nda) del leone rampante a seguito della squadra, 500 leoni che hanno sostenuto la squadra senza se e senza ma.

Cuppone, Fella di rigore e Mercadante bloccano la serie di risultati utili consecutivi del Potenza che è cominciata dalla vittoria casalinga contro il Catania, una serie che ha portato il Potenza in testa alla classifica fino al turno infrasettimanale, quando il pareggio contro la Cavese ha permesso alla Reggina di risalire la classifica e proiettarsi in testa.

La Reggina ha battuto a domicilio l'Avellino ed ha allungato a + 4 ma il Potenza rimane sempre secondo in classifica, un ottimo risultato visto che i rossoblu non hanno le stesse caratteristiche che hanno altre formazioni, meglio equipaggiate in termini economici e dotate di una rosa di qualità superiore (sempre parlando in termini di valori economici).

La sconfitta di Monopoli riporta i tifosi con i piedi per terra, il Potenza è consapevole di essere in testa alla classifica per suoi meriti e tutto quello che ha fatto e sta facendo è una prestazione che va ben oltre le più rosee aspettative.

Stare così in alto in classifica porta tifosi ed appassionati a credere che ogni gara finisca a proprio favore, purtroppo non sempre è così. Quello che sta facendo il Potenza in questo avvio di stagione è, come ha ribadito più volte il presidente Caiata compreso oggi nel dopo partita, una over performance ovvero un rendimento superiore alle aspettative iniziali. Ogni tanto qualche prestazione poco lucida, pareggi o sconfitte possono capitare non bisogna farne un dramma, bisogna tener conto che la stagione è lunga e ricca di insidie. Ieri era la terza gara disputata in settimana, il discorso vale per tutte le formazioni, ma il Monopoli ha creduto di più alla vittoria volendo riscattare due sconfitte e tornare a sorridere. Guardando alla settimana il Potenza ha portato in cassaforte quattro punti, tre da Catanzaro (fermato oggi 1-1 dal Rende) ed un punticino contro la Cavese, punti che comunque sono preziosi per l'economia stagionale del Potenza che rimane pur sempre secondo dietro una straordinaria Reggina che, rispetto al Potenza, ha un monte ingaggi nettamente superiore rispetto ai rossoblu.

Il Potenza avrà ora a disposizione una settimana per preparare il big match della 13° giornata, al Viviani domenica 3 novembre arriverà la Reg(g)ina, prima contro seconda, un match che mobiliterà mezza città e vedrà sicuramente il tutto esaurito. Bisogna mettere da parte la prestazione opaca di Monopoli e proiettarsi al prossimo match, una gara importante che il Potenza preparerà certamente al meglio, e poi sappiamo che il Potenza si esalta sempre contro le favorite, basti pensare alle gare contro Catania e Catanzaro per citarne alcune.

Ai tifosi mi permetto di dare un consiglio: sostenere il Potenza incondizionatamente. Sui social si leggono commenti disparati dopo il 3-0 contro il Monopoli, qualcosa già visto mercoledì sera dopo la Cavese a dire la verità, ricordiamoci sempre dove eravamo pochissimi anni fa e dove siamo ora, abbiamo respirato l'aria dell'alta classifica e tutto l'ambiente si è galvanizzato, ma ad oggi chi avrebbe mai detto che il Potenza sarebbe stato secondo in classifica dietro la Reggina e davanti a Ternana e Bari? La stagione è ancora lunga e mancano ancora 26 giornate, il Potenza ha dimostrato che con il lavoro e la grinta si possono ottenere risultati, forse nel corso di queste partite vivremo altri momenti di poca lucidità ma non andranno ad intaccare quanto di buono fatto dalla squadra e da un gruppo di ragazzi che ci sta facendo togliere delle belle soddisfazioni.

SalCo

Sezione: Editoriale / Data: Lun 28 ottobre 2019 alle 00:01
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print