La task force regionale comunica che in tutta la giornata di ieri, 23 maggio, sono stati effettuati 600 test per l’infezione da Covid – 19.
Di questi nessun test è risultato positivo.
Nella giornata di ieri sono guarite 3 persone.
Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 37. Ieri erano 40, ai quali vanno sottratte le 3 persone guarite ieri. Il totale dei guariti è di 333. Al totale vanno aggiunti 27 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 1 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda), 333 guariti, 1 paziente di Gravina di Puglia riscontrato dall’Asm, 2 pazienti diagnosticati in altre regioni, residenti in Basilicata dove si trovano in isolamento domiciliare e altri 2 pazienti, uno residente a Torino e due in Comuni della Lombardia, tutti in isolamento domiciliare in Basilicata. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 26.111 tamponi, di cui 25.695 risultati negativi.
Attualmente i pazienti ricoverati presso strutture ospedaliere lucane (Azienda ospedaliera San Carlo e Ospedale Madonna delle Grazie) sono 14 così suddivisi:
Azienda ospedaliera San Carlo: malattie infettive 3, terapia intensiva 0, pneumologia 2;
Ospedale Madonna delle Grazie: malattie infettive 8, terapia intensiva 1, pneumologia 0.
I lucani in isolamento domiciliare sono 23.
Nell’ambito dei tamponi processati in giornata, è stato accertato un ulteriore caso di positività relativo a persona residente in un comune della regione Lombardia e in isolamento domiciliare in Basilicata che nel report regionale viene contabilizzato a parte. Si precisa che invece, nel report della Protezione Civile, casi come questo vengono sommati al totale della regione Basilicata.
Il prossimo aggiornamento domani, 25 maggio 2020, alle ore 12,00.

Sezione: Fuori dal campo / Data: Dom 24 maggio 2020 alle 14:17 / Fonte: AGR Basilicata
Autore: Redazione TTP / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print