È una foto di una rappresentanza dei componenti del gruppo " Cuori da Leone" scattata al teatro stabile di Potenza in occasione di una manifestazione di beneficenza alla vigilia dell'Epifania del 2020. Esattamente quattro anni fa, nel mese di aprile-maggio del 2017, si costituì il gruppo per rendersi disponibile ad aiutare la società, allora, retta dall'avvocato Saponara, per tamponare una crisi irrevocabile. A distanza di un mese, avvenne il cambio della proprietà nelle mani di Salvatore Caiata, e da quel momento e per i quattro anni della sua gestione i " Cuori da Leone" sono stati un costante riferimento per la società e la tifoseria lavorando in perfetta sinergia.

L'idea di formare il gruppo l'ebbero i suoi fondatori: Mariano Cauzillo, Laviero Cammarota, Nino Pomarico, Giuseppe Rienzi, Vincenzo Losasso, Tonino Garrammone e tanti altri. Nel tempo ci sono state alcune defezioni e tanti nuovi adepti. Il gruppo, nel tempo, si è assestato, si è ingrandito e ha preso una sua forma e stabilità. Non elenco ciò che è stato fatto o le iniziative portate a termine, sono state tante, enunciarle è impossibile, mi soffermo sul ruolo che esso ha avuto nel panorama della tifoseria potentina. Il gruppo si è dato una missione, si è posto già dalla sua nascita un primo obiettivo: rendersi utile alla causa del Potenza e favorire la sua presenza nei campionati più consoni al suo blasone.

Tra i tanti obiettivi, molti ancora da centrare, uno è stato quello di continuare a tifare Potenza fuori lo stadio del Viviani. Una presenza continua in società e in città per sostenere da vicino attraverso le tante iniziative la squadra e il Presidente. Promuovere il Potenza e l'importante apporto che da alla città intera come veicolo pubblicitario, spettacolo e come sprone alla microeconomia dell'indotto. Sensibilizzare i giovani, studenti e i meno abbienti, anche distribuendo abbonamenti o biglietti gratis, a sostenere con il loro calore la squadra.

A promuovere in città la squadra del Potenza coinvolgendola anche in iniziative benefiche. Rendere ospitale e riconoscente l'intera tifoseria rossoblù alle tantissime vecchie glorie che sono state invitate a tornare a calpestare il tappeto del Viviani. La presenza sui Social e in una trasmissione radio dedicata, sulle frequenze di radiostudiowebpotenza, per rappresentare un anello di congiunzione tra i tifosi, l'informazione e la stessa società del Potenza. In maniera discreta ma ferma e consapevole, anche in questi momenti decisivi per il destino della società, segue con attenzione e interesse l'iniziativa locale di dare alla società un assetto tutto nostrano. Insomma lo possiamo ritenere un movimento di opinione da un lato e di soccorso fattivo ad esigenze pratiche dall'altro.

Sezione: #NoiSiamoPotenza / Data: Sab 15 maggio 2021 alle 20:02
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print