Una sonora e forte pioggia di fischi ha accolto il presidente della Regione Basilicata Vito Bardi che con il sindaco della città Capoluogo Mario Guarente e l'omologo di Picerno Giovanni Lettieri era sceso in campo per ricevere la maglietta commemorativa del Potenza. 
Una bocciatura prevista visto quanto non è stato fatto, anche in ambito sportivo, dalle amministrazioni per risolvere la questione Viviani, un segnale forte e deciso che deve far riflettere l'entourage del presidente e lo stesso governatore in vista delle prossime tornate elettortali. Dopo le bocciature degli ultimi sondaggi stagionali che lo hanno relegato all'ultimo posto per gradimento tra i governatori delle regioni italiane, ieri la conferma che le simpatie per il generale napoletano di origini lucane stanno rapidamente calando e solo decisioni importanti e di cambiamento, come promesso in campagna elettorale, potranno fargli risalire la china.

In questo contesto ci soffermiamo sulla parte degli impianti sportivi; lo sport è importante, è aggregativo e può essere un volano economico per il territorio, la gara tra Potenza e Picerno avrebbe meritato altro scenario più consono per una città capoluogo di Regione e per un match che ha messo di fronte le principali espressioni calcistiche che attualmente rappresentano e promuovono la Basilicata in Italia.

Sezione: #NoiSiamoPotenza / Data: Lun 08 novembre 2021 alle 19:05
Autore: Redazione 3 TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
vedi letture
Print