«Questa è un'iniziativa che avevamo messo in campo un anno fa. Ora, grazie anche alle risorse del Pnrr  si potrà fare una grande attività investigativa, preservando il territorio dalle mafie». Così il ministro Lamorgese, a Potenza, dove ha inaugurato la sezione della Dia (Direzione investigativa antimafia). «L'istituzione di questa sezione - ha aggiunto - renderà questa terra ancora più sicura».

Gli interventi del direttore della DIA e della titolare del Viminale sono stati trasmessi in diretta streaming sul sito del Viminale (www.interno.gov.it) e sul sito della Direzione investigativa antimafia (https://direzioneinvestigativaantimafia.interno.gov.it). 

A seguire, il ministro in prefettura ha sottoscritto, con il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, il protocollo d'Intesa per l'attuazione del numero unico di emergenza (NUE) 112, alla presenza della stampa. Presente alla firma del protocollo anche il vicecapo della Polizia preposto all'attività di coordinamento e pianificazione Maria Teresa Sempreviva, in veste di presidente della commissione consultiva che ha il compito di coordinare il progetto di sviluppo del numero unico di emergenza sul territorio nazionale.

Il NUE 112 è attivo attualmente in 11 regioni (Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Toscana, Marche, Umbria, Sicilia e province autonome di Trento e Bolzano), con 15 centrali uniche di risposta (Cur) che garantiscono la copertura del 65% della popolazione italiana, pari a circa 35 milioni di abitanti.

Sezione: Obiettivo Basilicata / Data: Lun 07 marzo 2022 alle 22:32 / Fonte: interno.gov.it
Autore: Redazione 3 TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
vedi letture
Print