L’arcivescovo di Potenza Muro lucano e Marsico Nuovo, Mons. Salvatore Ligorio ha dato avvio in diocesi ad una riorganizzazione funzionale per rispondere ad esigenze pastorali che riguardano la comunità diocesana ma anche singole parrocchie. Una prima tappa riguarda una parziale nuova dislocazione del clero in risposta a particolari esigenze del territorio ma anche alle necessità legate all’età di molti preti ormai anziani. In particolare, nel centro storico di Potenza, a causa anche del forte calo demografico degli ultimi decenni , si andrà nei prossimi mesi verso la costituzione di una sola unità pastorale. In pratica, resteranno le attuali parrocchie, ma ognuna di esse opererà in uno specifico ambito secondo un progetto complessivo di coordinamento che farà capo alla Cattedrale.

In questa chiave, il parroco attuale della cattedrale, don Antonio Savone, avrà fin da oggi anche la responsabilità della parrocchia della Trinità, appena la chiesa sarà aperta, a conclusione dei lavori in corso. A suo fianco opererà come co-parroco don Giovanni Caggianese. La Chiesa della Trinità , con la recente storia alle sue spalle legata alla tragedia di Elisa, avrà come specifico indirizzo pastorale quello di proporsi ai credenti , ai cercatori di Dio e ai cittadini tutti, come centro di spiritualità, di preghiera e di riflessione: oasi di fede e di speranza nel cuore del centro storico, monito muto a favore di una gioventù che merita più cura e più attenzione da parte della Chiesa e della società.

Altri spostamenti di sacerdoti riguardano don Marcello Cozzi che sarà co-parroco nella parrocchia di Sant’Anna e Gioacchino, sempre a Potenza, e don Giuseppe De Marco che curerà la vicarìa di Santa Maria degli Angeli .

Sezione: Obiettivo Potenza... / Data: Mar 19 luglio 2022 alle 22:12 / Fonte: lanuova.net
Autore: Redazione 1 TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
vedi letture
Print