Potenza sarà sarà il traguardo

DIAMANTE - POTENZA

198 km – dislivello 4490 m

Tappa molto mossa attraverso le montagne calabro-lucane con un dislivello complessivo degno di una tappa Dolomitica. L’avvio lungo il mare costituisce l’unica parte pianeggiante o quasi. Dopo Maratea la sequenza di asperità, più o meno impegnative, è ininterrotta. Si scala il passo della Colla che porta a Lauria dove si affronta il Monte Sirino, vecchia conoscenza del Giro che lo ritrova dopo 23 anni. Dopo l’attraversamento di Viggiano si scala la Montagna grande di Viggiano, salita inedita molto impegnativa per giungere a Potenza dopo l’ultima salita della Sellata.

La parola alle istituzioni:

Sen. Ernesto Magorno – Sindaco di Diamante

“Il Giro d’Italia è storia e cultura, è un momento di gioia che unisce grandi e bambini. Il Giro è un pezzo fondamentale della storia del nostro Paese e, per questo, sono onorato che Diamante sia stata scelta come città di partenza di una tappa dell’edizione numero 105. La nostra città ha un legame forte con la Corsa Rosa; qui nel 1982, proprio 40 anni fa, vinse il grande Francesco Moser; da qui partì una tappa del Giro 2005. A Diamante troverete quel calore che caratterizza l’animo della gente di Calabria. La Diamante-Potenza sarà una frazione intensa che offrirà agli appassionati due tipi di spettacolo. Da un lato lo spettacolo naturale della Riviera dei Cedri con la meraviglia di questo pezzo di mar Tirreno, oro blu della Calabria. Dall’altro l’evoluzione della gara che, vista l’altimetria, si preannuncia piccante. Piccante come il Peperoncino, simbolo della nostra terra e ambasciatore di pace. Sarà, come sempre, un Giro d’Italia meraviglioso. In bocca al lupo ai corridori, w il Giro!”

Gen. Vito Bardi – Presidente della Regione Basilicata

“Il Giro d’Italia con la sua carovana rosa quest’anno attraverserà la parte occidentale della Basilicata, mostrando scorci suggestivi che dalla costa rocciosa di Maratea raggiungeranno, all’arrivo, il capoluogo di regione più alto d’Italia, Potenza. Lasciandosi alle spalle i tornanti che si affacciano sulla nostra costa tirrenica, la tappa percorrerà le cime del Monte Sirino e La Sellata: montagne, valli e mare che rappresenteranno in questa occasione la grande bellezza lucana. In una sola tappa, mostreremo agli appassionati di ciclismo di tutto il mondo ben due parchi nazionali – Pollino e Appennino Lucano-Val D’Agri Lagonegrese – con vette incontaminate, laghi, borghi, santuari, musei a cielo aperto. Un piccolo assaggio del grande patrimonio che la nostra regione offre ai viaggiatori. Un patrimonio tutto da scoprire e da vivere, anche su due ruote.”

Sezione: Succede in Lucania... / Data: Mar 09 novembre 2021 alle 22:07 / Fonte: giroditalia.it
Autore: Redazione 3 TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
vedi letture
Print