PICERNO-AVELLINO 2-3

PICERNO (3-5-2): Pane; Fontana, Bertolo, Caidi; Kosovan, Calamai, Pitarresi, Vrdoljak, Guerra; Santaniello, Sparacello.

A disp.: Cavagnaro, Soldati, Langone, Esposito, Lorenzini, Ruggieri, Nappello, Sambou, Calabrese, Melli, Fiumara, Montagno.

All.: Giacomarro.

AVELLINO (5-4-1): Abibi; Celjak, Laezza, Morero, Illanes, Parisi; Micovschi, De Marco, Di Paolantonio, Rossetti; Charpentier.

A disp.: Tonti, Pizzella, Zullo, Albadoro, Njie, Falco, Alfageme, Carbonelli, Silvestri, Petrucci.

All.: Ignoffo. 

ARBITRO: Tremolada di Monza.

Guardalinee: Dell’Olio-De Chirico.

MARCATORE: 5′ pt Charpentier, 17′ pt Parisi, 24′ pt Santaniello, 3′ st Di Paolantonio, 46′ st Sparacello.

NOTE: spettatori 1000 circa.

L’Avellino vince e sorprende. I biancoverdi hanno vinto la terza partita consecutiva contro la neo-matricola Picerno, dopo il successo di sabato scorso contro il Teramo. I biancoverdi sin dal primo momento hanno dato incisività e caparbietà per trovare la rete, soprattutto con il neo-arrivato Charpentier che ha fatto la differenza sin dal primo momento, poi, la furbizia di Parisi ed infine, l’euro-gol di Di Paolantonio. Insomma, nonostante i problemi societari, l’Avellino brilla e convince.

L’Avellino parte subito col botto e dopo soli cinque minuti di gioco trova la prima rete della gara. Il neo-arrivato Charpentier colpisce al volo il cross di Laezza deviato dalla retroguardia lucana. Nulla da fare per Pane, che gesto tecnico del francese. Poco dopo arriva anche il raddoppio del Picerno, grazie ad un’intuizione di Fabiano Parisi. Pane tenta a beffare il terzino di Serino con un dribbling, ma con estrema furbizia Parisi ruba la sfera e con un lob dall’angolo insacca in rete. Clamorosa disattenzione del portiere lucano. Al 25′ c’è la reazione del Picerno con Santaniello, che accorcia le distanze con Santaniello su assist proveniente dalla sinistra. Disattento Illanes. Picerno era anche vicino al pareggio su fraintendimento tra Illanes e Morero, dove Guerra tutto solo stava per segnare. Provvidenziale l’arrivo di Laezza in spaccata, che ha salvato sulla linea. Finisce la prima frazione con un buon Avellino, che con grande determinazione ha trovato le reti del vantaggio grazie a Charpentier e al furbo Parisi, tralasciando i grossi rischi intravisti in difesa per incomprensione tra Illanes e il capitano dei lupi.

Alla ripresa arriva boom-boom Di Paolantonio, che riporta la partita sul 1-3. Gol fantasmagorico del centrocampista avellinese: gol dai 30 metri diretto nell’incrocio dei pali. Nulla da fare ancora per Pane, nonostante avesse intuito il lato. Il Picerno prova a rientrare in partita, nonostante la rete subita.Al 15′ della ripresa Micovschi da posizione angolata non ha calciato con abbastanza forza.Al 23′ ancora il Picerno con un tiro defilato di Esposito. Abibi ci mette una pezza.I lucani ci riprovano a trovare la rete, ma senza grandi sussulti soprattutto grazie ad un attento Abibi. Nei minuti di recupero il Picerno riapre la partita con Sparacello, che trova la rete del 2-3 dalla lunga distanza. Minuti finali molto concitati ed agitati tra Picerno ed Avellino, dove i biacoverdi vogliono mettere al sicuro il successo conquistato. L’Avellino conquista il terzo successo consecutivo e vola in alto in classifica con Potenza, Ternana e Catania.

Sezione: Primo Piano / Data: Dom 15 Settembre 2019 alle 20:47 / Fonte: mandamentonotizie.it
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print