E sì, è vero, il calcio trasmette emozioni, sia sul terreno di gioco che fuori dal rettangolo verde.

Domenica prima dell’importante gara di andata contro il Catania, il Potenza Calcio ha voluto omaggiare  Giuseppe Lolaico,  che ha appeso definitivamente le scarpe al chiodo, con la passerella in un Viviani stracolmo.  

“Il capitano” ha voluto accanto a sé,  in questa giornata particolare e significativa, per il futuro, Pierpaolo,  un suo compagno di squadra in diverse stagioni e che sta attraversando un periodo poco fortunato, per problemi di salute.

Il pubblico, come sempre accorto e sensibile,  ha tributato al “figlio della nostra terra”, essendo nativo di Bella,  un’ovazione di vicinanza e d’incoraggiamento.

Lui, con la sciarpa rossoblù al collo,  si è emozionato, si è commosso e, certamente,si sarà  sentito amato e considerato.

Sono convinto che Pierpaolo vincerà “la sua partita”, porterà a casa il risultato ed esulterà come faceva fino a qualche mese fa, dopo il goal.

I suoi soli trent’anni e la sua caparbietà  lo aiuteranno a ristabilirsi, completamente, dopo aver lottato, con determinazione.   

Il Potenza Calcio ed i suoi splendidi tifosi domenica hanno segnato già prima che iniziasse la gara. Hanno realizzato, con battimani scroscianti  e con cori ritmati,  il goal della solidarietà,  la rete del sostegno, la marcatura  della partecipazione, il punto dell’incitamento a lottare, per centrare  l’obiettivo.

Non so quando, non so come, non so dove…, ma Pierpaolo correrà nuovamente sul green e sarà bello rincontrarlo e dirgli: “ciao,  Pier, come va”? e sentirmi ribattere: “Bene , grazie”.

Al mio presente : “In bocca al lupo”,  Pierpaolo, sono certo, che risponderà: “Viva il Lupo”!

  

 

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 21 Maggio 2019 alle 22:26
Autore: Giuseppe Rita
Vedi letture
Print