Sfida nella sfida quella di questo pomeriggio allo stadio “Alfredo Viviani” tra Potenza e Vibonese. Si sfidano il miglior attacco e la miglior difesa (record condivisi con la Reggina). Una gara accesa e sempre ad alta intensità, primo tempo più dei lucani mentre nella ripresa crescono i calabresi. Nel primo tempo mancano le occasioni da gol nitide con due squadre che reggono la pressione ma non mancano invece le emozioni tra le due compagini. Partono meglio i lucani con Murano che in apertura si porta subito dalle parti di Greco a rendersi pericoloso. Nel finale di primo tempo è sempre Murano a rendersi pericoloso con una mezza girata che però si spegne alta sulla traversa e poi Altobello salva un pallone sulla linea lanciato da Isgrò a botta sicura. Nella ripresa iniziano i spingere calabresi con Bubas che si rende spesso pericoloso dalle parti dei lucani senza però spingere più del dovuto. Nel finale succede di tutto. Doppio giallo per Bubas che si becca il rosso e finisce sotto la doccia in anticipo. Con questo buco nella squadra calabrese, ne approfitta França che allo scadere di testa beffa tutti e spiazza sul secondo palo un cross al bacio regalando al Potenza una vittoria importantissima in ottica terzo posto e firma il nuovo sorpasso sul Bari.

TOP             
Isgrò (Potenza):
sin dal fischio d’inizio diventa una spina nel fianco per i calabresi. Giocate d’alta classe e tanta continuità senza mai fermarsi. Apre bene gli spazi ai compagni di squadra, inventa qualche azione e viene cercato con insistenza dai compagni di squadra. DIRETTORE

Bubas (Vibonese): manca solo il gol ma ci mente tanta passione e impegno da escludere il rosso. Gioca con esperienza e fa pesare la maglia ai compagni di squadra, cerca sempre di richiamare all’attenzione la sua squadra. Ci prova spesso dalla lunga distanza e a sorpresa, prova a dire la sua. TRASCINATORE

FLOP
Iuliano (Potenza):
una partita sotto le aspettative, un secondo tempo iniziato in maniera poco efficace e viene sostituito. Non una bella gara la sua contro un attacco come quello della Vibonese che lo mette spesso in difficoltà. ASSENTE

Emmausso (Vibonese): non punge e la Vibonese ne risente. Cerca di dite la sua ma fa solo delle figuracce. E’ un fantasma in campo, viene spesso lasciato da solo ma non riesce a concludere nulla. Ci prova all’inizio della ripresa ma poi va ad accomodarsi sotto la doccia. NON PERVENUTO

Sezione: Primo Piano / Data: Dom 17 Novembre 2019 alle 20:27 / Fonte: TuttoC
Autore: Redazione TTP / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print