Anche a Catanzaro si fanno i conti con l'emergenza sanitaria e la crisi economica, i programmi della società per l'anno 2020/2021 li ha esposti il presidente Floriano Noto in occasione della conferenza stampa di presentazione del ds Cerri e del dg Foresti.

”Con tutti i problemi che abbiamo avuto in società -afferma Il patron giallorosso-, non solo dal punto di vista calcistico ma anche dal punto di vista economico dati dall’emergenza sanitaria , noi abbiamo fatto un passo avanti: siamo stati dal Sindaco a manifestare le nostre preoccupazioni per ciò che stava accadendo da un punto di vista economico e per dirgli che noi volevamo una svolta. Noi siamo aperti a nuovi gruppi imprenditoriali, prima volevamo il 100% delle azioni, ma ora abbiamo cambiato idea e siamo aperti a trovare nuovi soci, sempre per amore della città e rafforzare la squadra. Il Lecce è arrivato in A con quattro gruppi imprenditoriali alle spalle. La C è una serie a perdere, o meglio ci si investe per cercare di portarla in Serie B. Che avrebbe cominciato a parlare con altri imprenditori e ascoltava se sarebbero stati interessati ad entrare in società. Noi siamo in attesa di risposte. Se c’è qualcuno che vuole rilevare l’intera quota azionaria, siamo disponibili a restare come sponsor. E’ chiaro che se nessuno collabora, dobbiamo prendere atto di questa cosa. E i nostri obiettivi e le nostre scelte potranno cambiare”.  Mentre sull'allenatore precisa: “Vogliamo ottimizzare il budget e sistemare i conti nel modo migliore, non riducendo la qualità dei calciatori. Vogliamo fare un percorso con un allenatore giovane e, ad ora, la scelta è ristretta a due nomi, ma il nodo è ancora da sciogliere”, ricordiamo che il Catanzaro era una delle destinazioni di Mister Raffaele indicate da radio mercato.

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 04 agosto 2020 alle 20:11 / Fonte: uscatanzaro1929.com
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print