Mister Giuseppe Raffaele è intervenuto ieri pomeriggio nella consueta conferenza stampa prepartita. Di seguito uno stralcio delle sue dichiarazioni.

"Noi pensiamo di fare la partita come facciamo sempre, non abbiamo preso particolari contromisure rispetto ad altre partite, è normale che abbiamo lavorato su alcune situazioni che abbiamo attenzionato in fase di non possesso e altre in fase di possesso, l'idea è quella di cercare di chiudere fino al 22 cercando di ottenere da queste tre partite il massimo come mentalità quindi è normale che affrontiamo una squadra che ha dei mezzi abbondantemente superiori alla categoria, poi sul campo vedremo quello che succederà e anche in determinate situazioni abbiamo provato degli accorgimenti sempre sul nostro modo di giocare che ci deve consentire di porre rimedio in eventuali situazioni che non dovessero risultare.

E' una partita difficilissima dove ci vuole la massima attenzione, si deve cercare di sbagliare il meno possibile sia dal punto di vista tecnico che poi individualmente dalle situazioni che si determineranno. Dobbiamo affrontare questa partita con il coraggio di andare a cercare i tre punti, in settimana la squadra ha lavorato con molta convinzione e sicura di sè e credo che cercheremo di fare una partita alla ricerca di questo e poi il risultato dipenderà come ho sempre detto da tantissimi fattori. Adesso ci interessa sprintare in queste tre partite e dobbiamo cercare questo, non dobbiamo cambiare mentalità, veniamo da quattro vittorie di fila, vincere aiuta a vincere, ti da convinzione e stima, il nostro percorso è stato sempre continuativo perchè altrimenti non saremmo a 36 punti e secondi in classifica. Questo è il nostro pensiero nell'andare ad affrontare la partita, andiamo in uno stadio che ci darà ulteriori stimoli, questa squadra continuando il suo percorso è diventata una squadra che sa quello che vuole e fino ad oggi lo abbiamo dimostrato e dobbiamo continuare a farlo. Anche il Bari cercherà di fare una partita sfruttando al massimo il loro gioco e le loro individualità, sicuramente avranno rispetto e avranno valutato perchè la nostra squadra è così in alto.

Non è vero che non c'è niente da perdere, c'è da difendere un secondo posto, c'è da guardare questa partita in una maniera come un ulteriore trampolino di lancio sapendo che per uscire fuori con un risultato ci vuole un'impresa, una grandissima prestazione ma la nostra squadra ci ha abituato soprattutto a queste prestazioni dove anche in passato da campi difficili siamo usciti a testa alta e con il risultato che è la cosa più importante.

Questa squadra si è già superata ampiamente su quelle che erano le prospettive iniziali perchè tutta la squadra nel suo insieme ha reso al massimo, credo che per superarsi deve fermarsi la Reggina. Bisogna confermarsi, la nostra sfida per le ultime tre e la seconda parte della stagione sarà questa, stiamo andando ad un ritmo indiavolato e speriamo di chiudere con il 4 davanti (almeno 40 punti, nda) che in proiezione sono 80 punti e con 80 punti si vincono i campionati.

Abbiamo lavorato sui movimenti dei nostri attaccanti e naturalmente abbiamo lavorato anche sugli avversari e su Antenucci, parliamo di giocatori assolutamente determinanti anche nella giocata, è naturale che c'è grande rispetto e un occhio di attenzione però è pure vero che il nostro modo di difendere non cambia su alcune situazioni, gli daremo attenzione come abbiamo sempre fatto con tutti gli attaccanti di questo campionato leggendo anche alcune caratteristiche e alcuni movimenti particolari che fa.

Sezione: Primo Piano / Data: Sab 07 dicembre 2019 alle 18:00
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print