I mesi passano e l’imbattibilità casalinga della Reggiana resta. Continua nella striscia positiva - questo è il 20esimo risultato utile consecutivo interno - la squadra di Massimiliano Alvini grazie allo 0-0 interno col Potenza che vale un posto nella semifinale playoff contro il Novara vincente a Carpi. Si mangiano le mani i lucani quando al 67’ França non angola la conclusione dagli undici metri e sciupa il calcio di rigore assegnato dopo il fallo di Spanò sullo stesso attaccante brasiliano. Rammarico e delusione per i rossoblu che giocano a viso aperto, si salvano con Sales sulla conclusione di Scappini (52’) e sperano fino all’ultimo dei cinque minuti di recupero nel miracolo in Emilia. Ad avere la meglio è dunque la Reggiana, sprecona davanti la porta con Zamparo all’83’ ma che riesce comunque a proseguire nella competizione. Adesso l’accesso alla finale dista 90 minuti più eventuali tempi supplementari e calci di rigore.

TOP
Giacomo Venturi (Reggiana):
vedersi parato un rigore quando si ha l’obbligo di vincere in trasferta non è proprio il massimo per il Potenza che fa mea culpa per l’errore dal dischetto. La conclusione di França non è angolata, il portiere di casa è comunque bravo a indovinare la direzione e respingere. Reattivo anche nel primo tempo sulla conclusione di Coccia e nel finale da quella dalla distanza di Ricci. SARACINESCA

Simone Sales (Potenza): se i rossoblu rimangono in partita fino all’ultimo secondo grande merito è proprio del difensore decisivo nel salvare il risultato sul colpo a botta sicura di Scappini in avvio di ripresa. Un intervento che vale davvero come un goal. DECISIVO

FLOP
Alessandro Spanò (Reggiana):
l’intervento scomposto che vale il calcio di rigore per il Potenza rischia di compromettere l’intero percorso playoff della sua squadra. Per fortuna sua e dei granata, a metterci una pezza è poi l’estremo difensore. Macchia su una prestazione, quella dell’intero pacchetto arretrato, complessivamente solida. DISTRATTO

Carlos França  (Potenza): l’errore che non ti aspetti arriva da uno degli uomini più esperti e simbolici dei lucani. Calcio di rigore pesantissimo sprecato con una conclusione poco angolata, facile la respinta per il portiere. La delusione sul volto del brasiliano è evidente. IMPRECISO

Sezione: Primo Piano / Data: Lun 13 luglio 2020 alle 23:24
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print